Insufficienza aortica

 
Nel caso in cui è la valvola aortica a risultare insufficiente, si realizza un rigurgito di sangue dall'aorta al ventricolo sinistro, che va perciò incontro a una dilatazione talvolta molto marcata. L'insufficienza aortica è provocata in genere dalla malattia reumatica; in un minor numero di casi può dipendere da altre malattie quali la sifilide e la spondilite anchilosante. Un sintomo assai caratteristico dell'insufficienza aortica è rappresentato dalla percezione soggettiva del battito cardiaco, con presenza di fastidiose palpitazioni.
Ciò dipende dal fatto che il sangue viene pompato con molta forza. E anche presente un aumento della pressione sistolica accompagnato da una riduzione di quella diastolica. Progressivamente si ha la comparsa di insufficienza
ventricolare sinistra con dispnea da sforzo, seguita da dispnea in posizione sdraiata e da episodi di dispnea notturna. E frequente la presenza di angina. La terapia è ovviamente chirurgica; i segni dell'insufficienza possono essere comunque trattati con i diuretici, la digitale e la riduzione del sale nella dieta. Le affezioni a carico delle valvole nella metà destra del cuore sono molto più rare. La stenosi e l'insufficienza della tricuspide possono essere di origine reumatica, anche se l'insufficienza è in realtà quasi sempre dovuta a una dilatazione del ventricolo destro. Per ciò che concerne la valvola polmonare, l'insufficienza è di solito conseguente a una ipertensione polmonare, mentre la stenosi può essere la manifestazione di una cardiopatia congenita.

 


  torna alla pagina iniziale di questo mený