L'albumina e le sue funzioni

Albumina: le sue funzioni fisiologiche

appunti a cura del dott. Claudio Italiano,  

 

Il dott. Claudio Italiano cell. 338 327 52 51Albumina, fisiologia e significato clinico e terapeutico.

L’albumina è la proteina plasmatica più abbondante dell’organismo umano costituendo da sola il 55% del contenuto proteico totale. Ogni molecola di albumina ha una vita media di 27 giorni ed in quel lasso di tempo effettua 15.000 passaggi nella circolazione durante i quali esplica le sue funzioni di regolazione della pressione oncotica del plasma e dell’equilibrio acido-base.

Funzione dell’albumina.

Altre funzioni sono quelle di trasporto e di scavenger, accumulando progressive alterazioni in parte dovute a ligandi che resistono alla rimozione. La sintesi dell’albumina è appannaggio del fegato, ma alcune sostanze ne regolano la produzione: tra esse alcune citochine come IL6 ed il fattore di necrosi tumorale TNF alfa che inducono una down-regulation mentre il fattore di crescita epidermico induce una up-regulation.

Regolazione della pressione oncotica del plasma.

Lo scambio di liquidi tra compartimento intravascolare ed extravascolare è sostanzialmente regolato dal livello di pressione idrostatica e dal grado di permeabilità della membrana dei capillari.

  • L’albumina gioca un ruolo di equilibrio fondamentale in questo contesto ed è responsabile dell’80% della pressione oncotica plasmatica, quantizzata in 25-33 mmHg. Tale ruolo è dovuto all’azione osmotica diretta dell’albumina ed alle sue cariche negative con cui trattiene gli ioni a carica positiva nel comparto intravascolare (effetto Gibbs-Donnan).

  •  

     

    Regolazione dell’equilibrio acido-base.

    Trasporto e protezione di tossine

    Regolazione della coagulazione.

    Azione sul microcircolo

    Azione antiossidante.

    L’albumina in medicina.

    Albumina e diabete.

    Albumina e neoplasie.

    Albumina ed epatopatie.

    Albumina e nefropatie.

    Albumina e prognosi

     

    indice malattie del fegato