IL VIAGGIATORE E LE PATOLOGIE INFETTIVE

IL VIAGGIATORE E LE PATOLOGIE INFETTIVE

 

Da appunti del dott. Claudio Italiano

 

Le patologie del viaggiatore (cfr le febbri nel viaggiatore   La febbre da causa sconosciuta    Le febbri nel viaggiatore: malaria, dengue, tifo ecc.   brucellosi, la febbre di Malta )

 

Estate tempo di vacanze, tempo di divertimento e ... di incidenti e malanni! Il campo della medicina del viaggio si è incrementato enormemente negli ultimi tempi, a seguito del grande numero di soggetti che si mette in viaggio per raggiungere paesi esotici e destinazioni remote. All’incirca 600 milioni di viaggiatori attraversano i confini internazionali ogni anno. Ciononostante solo l’8% di essi, secondo studi, hanno informazioni sanitarie pre-viaggio adeguate. Quindi queste mie poche righe hanno lo scopo di illustrare ai molti i rischi connessi con i viaggi esotici! Sono in genere conosciute alcune norme generali di comportamento del viaggiatore che riguardano certe regole come: la necessità di adeguarsi al clima, porre attenzione ai cibi ed alle bevande, igiene personale, all'abbigliamento e ai pericoli della balneazione.

 

Particolare attenzione va posta al comportamento sessuale Vaccinoprofilassi Esiste allo scopo una "INTERNATIONAL SOCIETY OF TRAVEL MEDICINE " che si occupa di dettare le linee guida alla base della conoscenza nel vasto campo della profilassi, prevenzione e trattamento delle patologie dei viaggiatori; pertanto occorrono, oggi più che mai, informazioni.

Cosa deve sapere il viaggiatore? Deve conoscere l'epidemiologia delle malattie, sapere cioè che in determinate regioni del mondo sul demos, cioè sui popoli esistono delle malattie, dette endemiche, cioè dei popoli.


EPIDEMIOLOGIA


A.Concetti di base (per es. morbidità, mortalità, incidenza, prevalenza)
B. specificità geografica/ distribuzione globale delle malattie e potenzialità di infezione

Sapere che ci si può vaccinare per prevenire le malattie.
 

IMMUNOLOGIA/VACCINOLOGIA


Concetti di base (sui vaccini vivi e inattivati, misura delle risposte
Maneggevolezza, stoccaggio, dispozione dei vaccini e loro fornitura
Tipi di vaccini: indicazioni, controindicazioni, dosi, durata della protezione, immunogenicità, efficacia, reazioni avverse e capacità di trattare le reazioni avverse:
Tipi:
Bacille Calmette-Guerin
Cholera
Diphtheria


Encephalitis, Japanese
Encephalitis, tick-borne
Hepatitis A
Hepatitis B
Hepatitis A and B combined
Immune globulin
Influenza
Lyme
Measles
Meningococcal
Mumps
Plague
Pneumococcal
Poliomyelitis
Rabies
Rubella
Tetanus
Typhoid
Varicella
Yellow Fever
 

La vaccinazione per la febbre gialla, valida per dieci anni, appartiene alle vaccinazioni obbligatorie per certe aree dell'Africa e del sud America ove la malattia è endemica.
La vaccinazione anticolerica è scarsamente protettiva.
la vaccinazione antitetanica, la vaccinazione antipoliomielitica sono consigliate per le aree endemiche. Quest'ultima con con vaccino inattivo vale per soggetti già vaccinati, mentre, per soggetti non vaccinati nella infanzia, necessita il ciclo vaccinico completo. Ancora utile la vaccinazione antimeningococcica, antirabbica ed antiencefalite giapponese, e per la dengue.
Altre vaccinazioni consigliate sono la antiepatite A e la antiepatite B. La vaccinazione antitifica è valevole per due anni per via orale, mentre è valevole per tre anni per via iniettiva. In certe situazioni epidemiche occorre la vaccinazione antimeningococcica, la antirabbica, la antiencefalite giapponese. Una particolare attenzione deve essere posta per prevenire le più frequenti malattie tropicali: malaria, diarrea del viaggiatore, dengue.

Il medico o lo stesso viaggiatore devono controllare il libretto delle vaccinazioni ed il suo medico stabilire se si può affrontare o meno un viaggio.

APPROCCIO AL VIAGGIATORE


I.valutazione
◦precedenti vaccinazioni, allergie, malattie croniche
◦attività preesistenti, viaggi in aree urbane o rurali?
◦Può il soggetto affrontare il viaggio?? (per es, malattie preesistenti, idoneità al volo)
◦Chi sono i viaggiatori?
◦Atleti
◦Viaggiatori con personalità giuridica
◦anziani
◦infanti e bambini
◦Immigrati/espratriati
◦gravide
◦viaggiatori con malattie croniche (diabete, BPCO, cardiopatici)
◦Disabili
◦Affetti da HIV ed AIDS

•IN PARTICOLARE:

◦I viaggi aerei sono controindicati nei soggetti con angina pectoris, aritmie cardiache, scompenso cardiocircolatorio, ipertensione arteriosa e nei pazienti con recente infarto miocardico o ictus cerebrali.
◦Inoltre la gravidanza all'ultimo mese controindica i viaggi aerei ed è opportuno evitare la gravidanza per tre mesi quando si sia praticata la profilassi anitimalarica con la meflochina.
Un momento importante della organizzazione di un viaggino è la programmazione delle vaccinazioni e della chemioprofilassi
◦Le vaccinazioni possono essere obbligatorie, cioè previste dal paese ospitante, o facoltative, opportune per prevenire i rischi infettivi; le nuove vaccinazioni o i richiami devono essere eseguiti sei - otto settimane prima della partenza. I vaccini possono essere somministrati nello stesso giorno magari in sedi iniettive differenti.
 

Itinerari speciali.

•Crociere e viaggi per nave

•immersioni
•viaggi con permanenza
•viaggi estremi
•assembramenti in massa es. pellegrinaggi
•viaggi nel deserto e regioni sperdute
Prevenzione ed auto-trattamento
•kits sanitari di viaggio
•chemoprofilassi (es. per la malaria, la diarrea)
•Self treatment (e.g. diarrhea, malaria)
•Personal protective measures (e.g. restriction of outdoor activity at dawn and dusk and barrier protection (e.g., bed nets, insect repellents)
Precautions (and reasons for precautions) regarding:
•Food consumption
•Water consumption and purification
•Contact with fresh and salt water
•Walking barefoot
•Animal contact
•Close interpersonal contact (e.g. sexually transmitted diseases)
•Safety and security
 

MALATTIE CONTRATTE DURANTE IL VIAGGIO


Malattie associate con vettori


A.Dengue: la dengue nella sua varietà emorragica o con sindrome da shock è la malattia da arborvirus più frequente nel mondo; colpisce ogni anno circa venti milioni di persone ed è trasmessa all'uomo dalla zanzara aedes aegypti che punge l'uomo preferibilmente di giorno, con febbre improvvisa, cefalea, mialgie, rash cutaneo, nausea e vomito. sanguinamenti.
B.Encephalitis, Japanese
C.Encephalitis, tick-borne
D.Filariasis (e.g. Loa loa, bancroftian, onchocerciasis)
E.Hemorrhagic fevers
F.Leishmaniasis
G.Lyme
H.Malaria
I.Plague
J.Rift Valley Fever
K.Trypanosomiasis, African
L.Trypanosomiasis, American
M.Typhus Fever
N.Yellow fever
O.Other

Diseases Associated with Person-to-Person Contact


P.Diphtheria
Q.Hepatitis B
R.Hepatitis C
S.Influenza
T.Measles
U.Meningococcal disease
V.Mumps
W.Pertussis
X.Pneumococcal disease
Y.Rubella
Z.Sexually transmitted diseases
AA.Tuberculosis
AB.Varicella
AC.Other
 

Diseases Associated with Ingestion of Food and Water


AD.Amebiasis
AE.Cholera
AF.Cryptosporidiosis
AG.Cyclosporiasis
AH.Giardiasis
AI.Hepatitis A
AJ.Hepatitis E
AK.Poilomyelitis
AL.Seafood poisoning/toxins
 

Transmissable spongiform encephalopathy
AM.Travelers’ diarrhea
AN.Typhoid fever
AO.Other
Diseases Associated with Bites and Stings
AP.Envenomation (e.g. jelly fish, sea urchin, scorpion, snake)
AQ.Rabies
 

Diseases Associated with Water/Environmental Contact


AR.Cutaneous larva migrans
AS.Legionella
AT.Schistosomiasis
AU.Tetanus
 

I.ALTRE CONDIZIONI ASSOCIATE CON IL VIAGGIO


II.Condizioni che occorrono durante o immediatamente con i viaggi
I.A.Barotrauma
B.Trombosi ed embolismi
C.Malessere da fuso orario
Conditions Associated with Environmental Factors
D.Ustione solare, colpo di calore e stroke
E.Ipotermia e congelamento
F.Distress respiratorio (associato con umidità ed inquinamento)
G.Malessere correlato all’altitudine
 

Diarrea e disidratazione


La diarrea del viaggiatore

La diarrea del viaggiatore incide nel 30% dei soggetti ed in genere è dovuta a cibi e bevande infette. Agenti infettivi sono la escherichia coli, le salmonelle, le schigelle, il campylobacter, i virus ed i protozoi. In genere la diarrea del viaggiatore è autolimitantesi.
 

Diarrea del viaggiatore - Agente terapeutico - Dose

Liquidi ed elettroliti da reinfondere nei pazienti con diarrea
Composizione O.M.S.: - Na CI 3,5 g/l + Glucosio 20 g/l+ Sodio citrato 2,9 g/l+ K CI 1,5 g/l
Farmaci non specifici
Bismuto sottosalicilato: 30g ogni1/2ora x 8 dosi o 2 cmp ogni 1/2ora x 8 dosi
Farmaci antidiarroici: Loperamide, 2mg - 2 capsule subito, poi 1 capsula ogni scarica (max 8 cp al dì)
Antibatterici:
Ciprofloxacina 500mg: 1 cmp 2 volte al giorno
Norfloxacina 400mg 1 cmp 2 volte al giorno
Ofloxacina 300mg 1 cmp 2 volte al giorno
Trimethoprim 100mg 2 cmp 2 volte al giorno
Trimethoprim 1600mg + ...sulfametossazolo, 800mg 1 cmp 2 volte al giorno
Doxiciclina 100mg 1 cmp 2 volte al giorno
 

La Malaria


La malaria è una parassitosi endemica causata da quattro differenti tipi di plasmodi trasmessi all'uomo da zanzare femmine del tipo anopheles, molto grave la forma dovuta al plasmodium falciparum. La chemioprofilassi non garantisce la copertura totale dal rischio infettivo ed inoltre è importante conoscere la possibile resistenza degli agenti infettivi ai farmaci utilizzati sia nella profilassi sia nel trattarnento terapeutico.

Consigli per il viaggiatore al rientro

Il medico dovrebbe consigliare al paziente di ripresentarsi per una visita al rientro dal soggiorno in un paese esotico, soprattutto se tale soggiorno si è protratto nel tempo. In tale occasione è consigliabile eseguire alcuni controlli ematocrimici allo scopo di evidenziare segnali di malattie latenti. A questo proposito sono importanti due considerazioni:
1) La presenza di sintomi o segni, specialmente febbre, deve essere considerata una urgenza.
2) E' vero che molte malattie infettive hanno un periodo di incunazione breve, ma non va trascurato che importanti malattie esotiche, malaria compresa, hanno un lungo periodo di latenza che può giustificare la comparsa di sintomi e segni anche a distanza di tempo.

Schema farmacologico per la profilassi e la terapia della Malaria

...

Farmaco

Dose abit.per compressa o capsula

...

Dosaggio per adulto

nome generico

Nome commerciale

...

Profilattico

Terapeutico

clorochina

Clorochina Bayer

150 mg (base)

2 cmp da 150 mg una volta la settimana, lo stesso dì della settimana

600mg (base) il dì e secondo dì e 300mg /base) il terzo d' (totale: 10 cmp da 150mg o 15 da 100mg)

proguanil (con clorochina)

Paludrine

100 mg

200mg=2 cmp una volta al dì

non utilizzato

sulfadossina-pirimetamina

Fansidar

500mg+25mg

non utilizzato

1500mg+75mg=3 cmp in un'unica dose

sulfalene-pirimetamina

Metakelfin

500mg+25mg

non utilizzato

1500mg+75mg=3 cmp in un'unica dose

meflochina

Lariam

250mg

250mg=1 cmp una volta la settimana, sempre lo stesso giorno

1000mg (4 cmp) o 15 mg per Kg di peso corporeo (scegliere il dosaggio minore) in una singola dose

chinino

...

300mg

non utilizzato

600mg (2 cmp) 3 volte al dì per 7 dì (42 cmp in totale)

dossiciclina

Vibramycin Bassado

100mg

100mg=1capsula una volta al dì

non utilizzato

index infettivologia