Diarrea cronica e cause di diarrea cronica

Definizione di diarrea

 

appunti del dott. Claudio Italiano

 

Essa dipende dall'aumento della frequenza dell'alvo con feci poco formate o liquide, il peso fecale deve essere di almeno >200 g/die e, per definire "cronica" una diarrea, almeno essa deve durare >4 settimaneTipi di diarrea cronica
• Secretoria
• Osmotica
• Con steatorrea
• Infiammatoria Fittizia
• Da dismotilità

 

Deve essere distinta da:
Pseudodiarrea:

Alvo frequente con emissione di scarse quantità di feci
Spesso accompagnata da tenesmo rettale e associata a sindrome dell'intestino irritabile o patologie anorettali, quali la proctite. Perdita involontaria di materiale fecale. In genere causata da malattie neuromuscolari o patologie strutturali anorettali

 Epidemiologia  Prevalenza

La prevalenza di diarrea cronica negli Stati Uniti è del 2-7%; è uno dei sintomi più frequentemente riferiti negli Stati Uniti. La forma da "deficit di lattasi"è una delle cause più comuni di diarrea cronica nell'adulto, più frequente nelle donne che negli uomini, presente nel 75% dei soggetti non caucasici e nel 5-30% degli americani.  La diarrea fittizia è presente in soggetti spesso con anamnesi di malattie psichiatriche.
 

Meccanismo patogenetico

La maggior parte dei casi di diarrea cronica non è di natura infettiva
• Incontinenza fecale
 

Cause di diarrea secretoria

Essa è dovuta all'alterazione dei meccanismi di trasporto di fluidi ed elettroliti attraverso la mucosa enterocolica. Dipende da molteplici cause, che di seguito elenchiamo.
Effetti collaterali di farmaci
Antibiotici
Antiaritmici
Antipertensivi
FANS
Alcuni antidepressivi
Chemioterapici
Broncodilatatori
Antiacidi
Uso surrettizio o abituale di lassativi irritanti
 Tossine
Consumo cronico di etanolo.
Danno agli enterociti che conduce a un alterato riassorbimento di sodio e acqua, transito accelerato e altre alterazioni Resezione intestinale, patologie della mucosa o fistola enterocolica
Inadeguata superficie per il riassorbimento di liquidi ed elettroliti secreti
occlusione intestinale parziale, stenosi della stomia o ingombro fecale

Conducono paradossalmente a un'aumentata emissione di feci dovuta a ipersecrezioni Ormoni (condizioni poco comuni)

Tumori carcinoidi gastrointestinali metastatici o, raramente, carcinoide bronchiale primitivo Rilascio di potenti secretagoghi intestinali (per es., serotonina, istamina, prostaglandine e varie chinine)

Gastrinoma

Maldigestione dei grassi dovuta all'inattivazione degli enzimi pancreatici a causa del basso pH intraduodenale

È inoltre possibile un ruolo dei secretagoghi

Adenoma pancreatico delle cellule non β ("colera pancreatico") Diarrea dovuta alla secrezione del peptide intestinale vasoattivo (VIP) e di altri ormoni (per es., polipeptide pancreatico, secretina, gastrina, polipetide inibente la gastrina, neurotensina, calcitonina, prostaglandine)

Carcinoma midollare della tiroide

Calcitonina, altri peptidi secretori o prostaglandine

Mastocitosi sistemica

Secretoria e mediata dall'istamina, oppure

Infiammatoria e dovuta all'infiltrazione della parete intestinale da parte dei mastociti

Voluminosi adenomi villosi colorettali

Deficit ormonali

Insufficienza corticosurrenalica (malattia di Addison)

Difetti congeniti dell'assorbimento di ioni

Cause di diarrea osmotica

Soluti osmoticamente attivi scarsamente assorbiti richiamano acqua nel lume intestinale fino a superare la capacità di riassorbimento del colon

Ioni quali Mg e PO4

• Zuccheri non digeribili

l'emissione di liquidi con le feci aumenta in proporzione al carico di soluti

Cause di steatorrea

Malassorbimento dei grassi dovuto a:

Maldigestione intraluminale Insufficienza esocrina pancreatica

Deconiugazione di acidi biliari e alterata formazione di micelle dovuta a iperproliferazione batterica (cfr flora intestinale putrefattiva)

Deficit intraluminale della concentrazione di acidi biliari

Malassorbimento da parte della mucosa

Ostruzione linfatica (cfr linfoma intestinale)

Cause di diarrea infiammatoria

Dovuta a essudazione

Altri possibili meccanismi, a seconda della sede di lesione, comprendono malassorbimento dei grassi, alterato assorbimento di fluidi ed elettroliti, ipersecrezione o ipermotilità dipendenti dal rilascio di citochine e altri mediatori dell'infiammazione

Cause di diarrea da dismotilità

La disfunzione primitiva della motilità è una rara causa di diarrea vera; un transito rapido può essere presente in molti casi di diarrea come fenomeno secondario o contribuente L'ipertiroidismo, la sindrome da carcinoide e alcuni farmaci (per es., prostaglandine, procinetici) possono indurre ipermotilità e conseguente diarrea Le neuromiopatie viscerali primitive o la pseudo-ostruzione intestinale acquisita idiopatica possono condurre a stasi con iperproliferazione batterica secondaria che causa diarrea La diarrea diabetica, spesso accompagnata da neuropatia autonomica generalizzata e periferica, può essere in parte dovuta a dismotilità intestinale

Cause di diarrea fittizia

Una forma di sindrome di Munchausen (simulazione e autolesionismo per secondi fini) o bulimia

Assunzione di lassativi, da soli o in associazione con altri farmaci (per es., diuretici)

Aggiunta surrettizia di acqua o urina alle feci sottoposte ad analisi

diarrea cronica 2

Diarrea - fisiopatologia

La diarrea acuta e cronica, la visita al paziente

 

oppure cfr indice di gastroenterologia