La dieta del paziente con ulcera

La dieta per la gastrite o l'ulcera gastrica

 

 appunti del dott. Claudio Italiano

 

Va precisato che con le ultime terapie in nostro possesso per il trattamento della malattia dispetica ipersecretoria e delle ulcere dello Il dott. Claudio Italianostomaco benigne in genere, non è più necessario sottoporre a diete particolari il paziente ulceroso e dispeptico.  Infatti una cura adeguata con inibitori della pompa protonica (Omeprazolo, Lanzoprazolo, Pantoprazolo, Rabeprazolo, Esomeprazolo) e con l’impiego di farmaci antiacidi (il bicarbonato di sodio, il carbonato di calcio e l’idrossido di alluminio e di magnesio) è posibile già da subito ottenere una buona regressione dei sintomi dispetici, cioè della sensazione di dolore e di bruciore epigastrico  e pirosi restosternale con digestione lenta e ripienezza, senza ricorrere a diete particolari. Viceversa un tempo si ricorreva a diete speciali per il paziente ulceroso. Per esempio una dieta classica era la "dieta del latte". Il paziente con ulcera doveva assumere latte e latticini, evitare brodo di carne, spezie, cioccolata, succhi di frutta, menta, fumo, cipolla ecc. Ad ogni modo, poiché molti di voi ci hanno inviato e-mail per conoscere con precisione cosa è indicato mangiare in caso di malattia ulcerosa, cercheremo di rispondere ai vostri quesiti da questo sito web di gastroenterologia, premettendo che in ogni caso è sempre il vostro medico curante l’unica persona responsabile delle vostra salute, delle indagini e delle cure a cui vi sottoponete. Ciò precisato, vi esortiamo, comunque, ed in ogni caso, di avviare sempre le opportune indagini del caso, se soffrite di un dolore epigastrico che riteniate sia un ulcera gastrica benigna, poiché per altri versi esso può celare un’ulcera cancerizzata dello stomaco.
Dietro un'ulcera si nasconde il cancro del corpo dello stomaco.

Gastroscopia: dietro un'ulcera gastrica si nasconde spesso il cancro dello stomaco.

 Ciò per dirvi che, nell’approccio di un paziente gastroenterologico, il semplice sangue occulto delle feci ed una banale gastroscopia può spesso salvarvi la vita e direzionare al meglio le cure, anche perché molte malattie scambiate per semplici ulcere nascondono l’insidia dell’infezione da Helicobacter pylori e che durante un’indagine endoscopica è possibile raccogliere frustoli di mucosa gastrica e ricerca appunto tale batterio.

Che cosa può mangiare un paziente affetto da ulcera gastrica o gastrite acuta?

 

Superata la fase acuta della sua patologia, quando cioè la melena ed il sangue emesso con il vomito o ematemèsi, impongono la nutrizione parenterale, cioè per accesso venoso, con sacca nutrizionale ed adeguate terapie ospedaliere, una volta a casa, e superata la fase della pastina fredda e della pera cotta (sic!), potete mangiare:

 

- a colazione:una tazza di latte zuccherata (se non siete affetti da diabete, cfr dieta per il diabete) o due fette biscottate

- a pranzo g 50 di pastina con g 10 di olio e
g 10 di parmigiano (SENZA USO DI DADO DI CARNE)
g 150 di carne, preferibilmente molto tenera o meglio se macinata, magra (es. Hamburger) cotto alla brace
contorno di purea di patate per g 170,
con g 100 di latte e g 10 di burro
g 50 di pane morbido
g 200 di mele cotte al forno o pere bollite in sciroppo di zucchero
 
a cena g 30 di semolino al latte condito con spolverata di parmigiano
g. 50 di formaggio tenero, es. asiago, svizzero, bel paese ecc. contorno di passato di verdure lesse o zucchine ben cotte, quasi sfarinate, condite con olio
g 50 di pane morbido
g 200 di mele cotte al forno o pere bollite in sciroppo di zucchero

Nella settimana a seguire
E’ possibile al posto della pastina in brodo vegetale, consumare del riso bollito condito con olio e parmigiano oppure un bel piatto di spaghetti con sugo di pomodoro fresco e basilico. Il secondo piatto di carne macinata può essere rimpiazzato da uno o due uova alla coque oppure da pesce lesso, es. sogliola, merluzzo bollito e condito con olio.
 Importante è sempre evitare:
-fumo
-cibi piccanti, spezie, condimenti
-fritti e soffritti
-dadini di carne e brodo di carne (ricordiamo che i peptoni contenuti nel brodo stimolano l’acidità gastrica; che cosa sono i peptoni? Si tratta di parti molto piccole delle proteine che sono -potenti stimolatori appunto della secrezione acida dello stomaco)
-cioccolata
-menta
-succhi di frutta acidi
 

Per approfondire il tema della gastrite ed ulcera gastrica:

Gastrite acuta e cronica

Ulcera gastrica benigna

La dieta per il reflusso gastroesofageo

Pirosi gastrica

Gastrite acuta

indice argomenti di gastroenterologia