Le malattie dell'ipofisi

Le malattie dell'ipofisi

da appunti personali del dott. Claudio Italiano

 L'obesità e gli squilibri ormonali

Il sistema nervoso centrale è connesso alla periferia del corpo, proprio come un computer con le sue periferiche (stampanti, scanner, mouse ecc. Ciò è possibile poiché alla base del cervello Il dott. Claudio Italiano, riceve a Milazzo cell.  338 327 52 51esiste una ghiandola che, pur appartenendo all’encefalo, in realtà funziona da tramite tra cervello ed organi periferici. Essa è l’'ipòfisi o ghiandola pituitaria, detta così poiché produce ormoni; infatti una ghiandola è proprio questo: produce sostanze dette “ormoni”, dal greco ormào, cioè invio segnali. E’ detta anche ghiandola endocrina (dal greco endòs crino, cioè secerno dentro) poiché secerne verso l’ambiente interno del corpo. Essa consta di due parti dette lobi, strutturalmente e funzionalmente diversi, che controllano, attraverso la secrezione di numerosi ormoni, l'attività endocrina ed i metabolismi, cioè l’insieme delle reazioni che consentono la vita e l’accrescimento e conservazione dei tessuti e l’attività di riproduzione degli esseri viventi, insomma tutto l’insieme delle principali funzioni vitali del corpo umano. La parte davanti o lobo anteriore  è l’adenoipofisi, cioè la ghiandola vera, la parte di dietro la neuroipofisi, correlata con il sistema nervoso.

Fisiologia

Questa ghiandola endocrina è situata alla base del cranio all'interno della sella turcica, cosi detta appunto per la forma, sella che è situata nell ‘osso sfenoide. Pesa poco, 0.9 g.

 

 La Adenoipofisi regola principalmente l’attività di:

-Tiroide
-Surrene
-Gonadi
-Accrescimento
-Causa un diabete strano, detto insipido
Ciò avviene attraverso l’azione di 6 ormoni diversi prodotti dalla adenoipofisi.
·        Somatotropo, indipendente dall'attività delle altre ghiandole endocrine; stimola la deposizione del calcio nel tessuto osseo e la proliferazione delle cellule cartilaginee, aumenta la massa dei muscoli scheletrici e stimola la sintesi proteica. È detto anche ormone della crescita e la sua mancanza causa l'arresto dello sviluppo staturale e ponderale dell'individuo.


·    Prolattina,
· Follicolotropo, per la fase del ciclo sessuale che conduce alla produzione del follicolo;stimola le ovaie cioè a formare i follicoli e la secrezione dei loro ormoni, estrogeni.
· Luteotropo, o luteinizzante, della seconda fase del ciclo responsabile della produzione del progesterone. Nell’uomo tali ormoni regolano la spermatogenesi

·         Tireotropo, quello che stimola la produzione degli ormoni tiroidei

·         Corticotropo, che conduce alla produzione degli ormoni del surrene.

·          La neuroipofisi

E’ un’appendice secretoria che produce:

Esiste un sistema di controllo della secrezione della ipofisi, molto fine e delicato. Guai, per esempio, se la ghiandola produce ormone in eccesso! Pensiamo alla tiroide, per esempio, dove l’ormpne TSH regola la liberazione di Ft3 ed Ft4; se ciò non è regolagto con finezza si possono avere malattie gravissime che vanno dal cretinismo ipotiroideo all’ipertiroidismo. La regolazione dell’ipofisi è operata dall’ipotalamo, per così dire, il cervello neurovegetativo, che libera i fattori di regolazione. Ma non finisce qui: infatti la periferia, a sua volta, regola per feed-back, la produzione dell’ipotalamo. Cioè, se per esempio ho poco ormone, la regolazione consente l’aumento della produzione di ormone di rilascio, viceversa, si avrà un feed-back negativo.

Infine esiste l’ormone MSH, o intermedina, con azione sui melanociti, responsabili della pigmentazione della pelle.

  • L'intermedina (MSH) ha effetto trofico sui melanociti, responsabili della pigmentazione della pelle.

  • Patologia

    Se questi meccanismi di regolazione sono alterati, o se l'ipofisi è in qualche modo danneggiata, si può verificare:

    ·         un'eccessiva produzione di ormoni (iperpituitarismo)

    ·         o una loro carenza (ipopituitarismo).

    L'ipopituitarismo,che nei soggetti giovani, si manifesta essenzialmente con il nanismo ipofisario che dipende da deficienza di ormone somatotropo; se la deficienza riguarda invece l'ACTH si ha insufficienza surrenale, con diminuita capacità dell'organismo di rispondere alle infezioni e agli stress.

    L'iperpituitarismo, dovuto in genere ai tumori all'adenoipofisi, riguarda anch'esso gli ormoni somatotropo e corticotropo. L'eccesso di ormone somatotropo determina due fenomeni diversi: se l'ipersecrezione esordisce prima della completa maturazione delle ossa lunghe, lo scheletro continua ad accrescersi dando luogo alla caratteristica sindrome del  gigantismo (alcuni giovani pazienti raggiungono altezze di 2,10-2,40 m) p l’acromegalia se si manifesta nell’adulto, con accrescimento dei segmenti ossei periferici, per esempio alle mani o ai piedi

    Quando l'iperpituitarismo riguarda l'ormone corticotropo (ACTH), si verifica una iperplasia dei surreni e la malattia si chiama Sindrome di Cushing che dà luogo alla caratteristica faccia a "luna piena", addome prominente,  acne ed irsutismo.

     

    index di endocrinologia