La valutazione del paziente con ictus cerebrale

Come valutare un paziente con ictus?

appunti del dott. Claudio Italiano

ictus- classificazione

ictus- l'esame del paziente

ictus- la diagnostica

ictus- la cura, oggi

Che cosa è l’NIHSS e a cosa serve?

• La scala del National Istitute of Health (NIH) è universalmente utilizzata nella pratica clinica quotidiana e nella ricerca per quantificare la gravità del deficit neurologico provocato da un ictus cerebrale acuto.

paziente con deviazione del solco naso-labiale. E’ costituita da 11 item ed il punteggio   totale va da un minimo di  0 = esame neurologico normale

ad un massimo di 42, grave deficit neuro-sensoriale-motorio.

Perché utilizzare una scala?

Perché c’è tanta confusione su come va visitato un paziente ed è opportuno standardizzare la metodica dell’indagine dei sintomi al letto del paziente. Alla fine della compilazione, il punteggio ci dà idea circa lo stato clinico del paziente ed, in un certo senso, sulla gravità dei segni e della progonosi. Buono è il punteggio dell’80% cioè uno scoro < 14 punti, mentre cattiva una valutazione > 22, che si ha nel 20% dei soggetti. Uno dei limiti è la scarsa capacità di valutazione circa la coscienza e la disartria; inoltre indaga poco sui nervi cranici ed ha scarsa sensibilità e specificità come test per le lesioni cerebellari e del tronco. Vediamo punto, per punto quali sono gli items.

Si può valutare un paziente impiegando una scala di valutazione, detta NIHSS, di cui esiste una versione italiana, curata dal Dipartimento di Scienze Neurologiche della Sapienza di Roma e dall’Agenzia di Sanità Pubblica della regione Lazio nel 2003.  La certificazione dell’uso corretto della scala si ottiene superando il test di valutazione simulata dei pazienti, anche online

Stato di coscienza

• 0. Vigile: risponde prontamente agli stimoli
• 1. Soporoso: risvegliabile con una minima stimolazione ad eseguire ordini, a rispondere o a reagire.
• 2. Stuporoso: necessita di ripetute stimolazioni o di uno stimolo doloroso per compiere movimenti
• 3. Coma: risponde solo con riflessi motori o automatici, o è totalmente non responsivo, flaccido areflessico

 

1b Orientamento (Coscienza), per esempio chiedere età e mese
• 0. Risponde correttamente ad entrambe le domande
• 1. Risponde correttamente a una sola domanda
• 2. Non risponde correttamente a nessuna domanda
• Se il paziente è afasico o in stupor = punteggio di 2
• Si assegna 1 se intubato o disartrico grave
1c . Esecuzione di ordini semplici (Coscienza), chiedere per esempio di aprire e chiudere gli occhi e di aprire e chiudere la mano
• 0. Esegue correttamente entrambi gli ordini
• 1. Esegue correttamente solo un ordine
• 2. Non esegue correttamente nessuno dei due ordini
2 . Sguardo orizzontale, cioè il paziente viene invitato a muovere gli occhi in senso orizzontale, per esempio seguendo la punta del dito della mano del medico
0. Normale
• 1. Paralisi parziale dello sguardo (quando lo sguardo è anormale in uno o entrambi gli occhi ma non è presente la deviazione forzata dello sguardo o la totale paralisi )
• 2. Deviazione forzata o totale (paralisi dello sguardo non superata dalla manovra oculocefalica)
3. Campo Visivo
• 0. Nessuna perdita visiva
• 1. Emianopsia parziale
• 2. Emianopsia completa
• 3. Cecità   (inclusa la corticale)
 

Link in tema dell'ictus:

L'ictus cerebrale

Il paziente con encefalopatia multinfartuale

Il paziente vascolare con ictus ischemico o emorragico

il paziente con stenosi della carotide: che fare e perchè e con

La chirurgia vascolare ed il suo ruolo nell'ischemia cerebrale

Intervento di endoarteriectomia

L'ictus emorragico, segni e sintomi vs ictus ischemico

Il rischio cerebrovascolare

>> segue stroke 2_b

Hai visto le altre belle pagine di medicina su gastroepato