La ballata del Cavalier del Tasso

Canto 2

 

 [...]

"Al più vi giocherete le mutande!

Gridò tuonando il puro cavaliere...

Nel frattempo 'l fido suo scudiere

Già avëa brache sue rese al mittente

(Ch'era Uom di Fede, e Fede molto ardente:

Molto credeva... e non pensava niente!!!)

Ma 'l suo mäestro a lui: "Perché pur fai???

Come poss'io esser frainteso? Pur parlai

Con la lingua che s'usa dai notai..."

In tal frangente, eppure assai compunto,

di qualcun s'udì favella dir: "Appunto..."

Il cavalier: "Chi fu? Un demon qui giunto

A contestar me? Non ti temo: io son l'unto!!!"

 

A tal motti, si scosse l'adunanza:

Applausi e ovazioni in abbondanza

Piovver sul Nostro! (Con lungimiranza,

Ei pur pensò: "Sarà costui della finanza?")

 

Ma presto scacciò quel pensier funesto...

"Tra gli accoliti miei non v'è di questo!

Qualche oppositor sarà!... Del resto,

sono o non son un capo 'liberale'?

Se alcun dissente, non è certo un male:

si caccia via, e tutto vïen normale!

Son democratico, non un santo pio.

Son democratico, purché comandi io!!!"

 

 

[Continua...]

 

http://spazioinwind.libero.it/dario974/

 

Top

 

Scarica Versione Word

 

Home Page