Flora

Grazie a un territorio estremamente articolato, l'Oasi si presenta come il piu' ricco ed importante campionario di specie vegetali di tutto il massiccio dei Picentini.
In essa si potranno ammirare secolari esemplari di faggio, il carpino nero, l'acero montano, il raro acero di Lobelius, il tasso dalle sue stupende bacche rosse, il maestoso e affascinante cerro, la quercia amica dell'uomo fin dalle sue origini.
Il sottobosco, ricchissimo ed in alcuni punti impenetrabile, presenta esemplari di agrifoglio, biancospino ed erica arborea, che grazie alla tranquillita' di cui quest'angolo di mondo ha goduto, si sono potuti sviluppare in tutta la loro antichissima bellezza.

Per quanto poi riguarda i fiori e le erbe, possiamo vantare addirittura degli endemismi presenti solo su questa montagna e in pochissimi altri posti, uno di questi, nascosto e protetto negli inaccessibili e meravigliosi valloni, e' l'Aquilegia champagnatii, bellissimo fiore azzurro, divenuto a buon diritto simbolo dell'Oasi.
Impossibile elencare in queste brevi righe le tantissime orchidee e le innumerevoli piante, tra cui molte medicinali e velenose, che con la loro moltitudine di colore regalano alla montagna ad ogni primavera ed ad ogni estate un manto multicolore di impareggiabile bellezza.


Orto Botanico

In fine, fiore all'occhiello dell'Oasi e del Comune di Giffoni stesso e' l'unico ORTO BOTANICO del sud Italia ove sara' possibile poter ammirare e studiare tutte le specie arbustive ed erbacee che nascono lungo le rive del Mediterraneo.


Clicca sulla mappa dell'orto botanico per ingrandirla e visualizzarne la leggenda di zonizzazione.




Per saperne di piu'