Electropolis: electronic music, musica elettronica
 



THE ANTIGROUP

audiophile.gif (6354 byte)

Audiophile
(The Best of)

 

BRANO
 
VOTO
 

  1. Ha

6+

  2. Zulu

6+

  3. Shgl

6+

  4. New upheavil

6
  5. F.E.M. 6
  6. Morpheus baby 6+
  7. Sunset eyes through water 6
  8. The ocean 6+
  9. Big sex 6
 10. Big sex II 6
 11. Broadcast test 6,5
VOTO GLOBALE 6+

 

LEGENDA

PESSIMO

INSUFFICIENTE

SUFFICIENTE

BUONO

OTTIMO

 

GIUDIZIO


COMMENTO

Ecco un album molto particolare dove l'improvvisazione jazz si mescola alla perfezione con l'elettronica industriale tipica di gruppi come Clock DVA e Throbbing Gristle. The Anti Group infatti non Ŕ altro che un progetto parallelo ripreso dai Clock DVA per sondare nuovi tipi di sperimentazione musicale abbastanza differenti dall'elettronica fredda e minimale che da sempre li rappresenta. Per quanto riguarda invece i brani contenuti nel cd bisogna dire che sono senza dubbio tutti molto curiosi e di non facile ascolto, uno di questi ad esempio (Shgl) mescola suoni gutturali di lupi con una atmosfera alquanto macabra tipica dei film dell'orrore. Altri invece rappresentano una valida sperimentazione che va dalla rumoristica industriale-jazz fino a riprendere l'elettronica tipica dei Clock DVA soprattutto nel brano finale "Broadcast test". Tirando le somme Ŕ senza dubbio un album valido sotto l'aspetto sonoro, l'unica cosa che non lo fa decollare del tutto Ŕ forse la particolaritÓ dei brani che probabilmente a lungo andare potrebbe stancare l'ascoltatore ripiegando magari sui Clock DVA sicuramente per molti versi pi¨ accessibili degli Anti Group.

 


Per maggiori informazioni riguardanti l'artista
Ŕ possibile consultare il sito internet:

http://www.myspace.com/theantigroupcommunications