Allarme automatico via telefono

Il contenitore con l'allarme, le batterie sono esterne.


Questi dispositivi d'emergenza sono inseriti all'interno delle comuni centraline antifurto
o altri sistemi d'allarme installati sovente nelle proprie abitazioni.
Una caratteristica particolare di questo dispositivo, Ŕ la possibilitÓ di autoalimentarsi
con una debole corrente ricavata dalla stessa linea telefonica.

 
 
A riposo il microcontrollore Ŕ fermo ed assorbe una corrente di circa 15 microAmp.
l'allarme (esterno) deve chiudere per un istante l'ingresso di Reset, in modo che il microc. 
si risveglia dal suo torpore e inizia a girare il programma al suo interno.
La linea viene impegnata dalla chiusura del contatto del relŔ insieme al mosfet che passa
in conduzione e che poi viene usato dal programma come generatore di toni.
Vengono di seguito chiamati i numeri telefonici (memorizzati) in modo automatico. 
Chi riceve la chiamata, ascoltando il numero dei bip dell'allarme Ŕ in grado di comprendere 
il tipo di allarme o la eventuale zona interessata all'allarme. 

La possibilitÓ di impostare un numero diverso dei bip, consente di utilizzare pi¨ 
dispositivi di costituzione simile, ma dislocati in varie localitÓ.       
            
Per la memorizzazione dei numeri, si usa la tastiera telefonica classica a 12 tasti insieme
all'osservazione dei segnali del diodo led. 

Vedi il listato del programma

Saluti, Emilio.

Vai a pagina1