La potenza rf in telegrafia

Quando si trasmette in telegrafia, il concetto della potenza d'uscita  diverso,
da altre forme di trasmissione dove la portante rimane invece abbastanza costante
nel tempo.
Dato che la potenza  misurata in watt al secondo, ne risulta che ci sono almeno
i valori di tre potenze in gioco.

La prima  quella massima (portante continua) che  poi quella che si passa al corrispondente 
quando diamo le nostre condizioni di trasmissione ed  anche quella che scriviamo nel quaderno
di stazione, ma che in effetti non usiamo mai.

La seconda  quella istantanea, ossia il livello di segnale (identico alla massima) in 
uscita che poi  quello che riceve da lontano il nostro corrispondente.

La terza  la potenza effettiva uscita in un secondo che per forza  inferiore alla massima.

Facendo qualche calcolo, di quanto tempo rimane abbassato il tasto durante la trasmissione, 
siamo intorno al 55-58 per cento rispetto al contatto chiuso.

Cos se abbiamo un trasmettitore da 100 watt d'uscita, in cw mentre trasmettiamo usciamo con
una potenza effettiva di circa 57 Watt e istantanea di 100 W.
Un trasmettitore in qrp da 5 Watt in effetti ne eroga circa 3 effettivi.

Questo risparmio di potenza che non incide sulla resa del segnale in uscita, ben ci fa
capire il vantaggio per lo stadio finale di potenza, che in pratica lavora per 3/5 e
che quindi permette volendo, di alzare ulteriormente la potenza finale in uscita.
Questo fatto  sopratutto evidente quando si lavora con le valvole di potenza che molto
meglio dei transistor sono in grado di sopportare le sollecitazioni elettriche dello 
stadio finale di un trasmettitore.
                               
Rappresentazione schematica della potenza d'uscita a radio frequenza di un trasmettitore in cw
 
               >/ Tasto telegrafico
               /
      *-------*  *--*----------------------------------*
                    |                   Lampada        |
   Tensione        (/) -> Luce =        stroboscopica (-) -> Luce =
                   (\) -> Potenza                     (-) -> Potenza massima
        Lampada a  (/) -> effettiva                   (-) -> e potenza istantanea
        filamento   |     trasmessa                    |     trasmessa
      *-------------*----------------------------------*
 
Caratteristica delle due lampade:
A (filamento) che trasforma l'energia elettrica in luce per effetto termico, ben
si pu paragonare alla potenza effettiva trasmessa che risulta intorno al 57 percento
della massima.
A (gas) il cui innesco  istantaneo per cui il raggio luminoso non risente della
durata nel tempo e allora ben si paragona alla potenza massima e istantanea d'uscita.

Sembra cos che la telegrafia malgrado sia stata tecnicamente abbandonata dai sistemi
pi veloci di comunicazione nel mondo, rimane sempre in caso di carenza d'energia il 
sistema pi semplice per non rimanere isolati.C' per una limitazione: 
solo pochi la conoscono.  

 Cordiali saluti Emilio

(Vai a pagina1)