TA51      ( TASTO AUTOMATICO 51 )

                    INTRODUZIONE

VERSIONE  SEMPLIFICATA  MA UGUALMENTE POTENTE DEL NOTO
Z80 COMPUTER TELEGRAFICO.
USA UN MICROCOMPUTER FAMIGLIA 8051 TIPO AT89C2051, CON
EPROM FLASH DA 2 K.

LA VELOCITA' E LE REGOLAZIONI DEI PARAMETRI SONO SIMILI
ALLA VERSIONE  Z80 DA 4 MHZ. 
LA CHIAVE A RIPOSO VIENE LETTA AD UNA FREQUENZA DI 
200 KHZ , CON  QUARZO DA 12 MHZ, PER CUI IN MANIPOLAZIONE
IAMBIC LAVORA COME UNO Z80 A 6 MHZ.

MALGRADO LA MACCHINA  SIA  COSTRUITA  PER  UN  USO
SPECIALISTICO DEL CW AD ELEVATA VELOCITA', TUTTAVIA
ANCHE IL PRINCIPIANTE UNA VOLTA COMPRESO IL CONCETTO
DELLE REGOLAZIONI NUMERICHE SI TROVERA' A SUO AGIO.

                      PRESTAZIONI  

VELOCITA'  MASSIMA :   V1 = 1166 PM   V2 = 1740 PM (NON USATA)
            MINIMA :   V1 = 14 PM       V2 = 20 PM
                     ( PM = PAROLE AL MINUTO ).

REGOLAZIONE NUMERICA INDIPENDENTE DELLO SPAZIO, PUNTO 
E LINEA DEL CARATTERE TRASMESSO, CON TOTALE ASSENZA DI
REGOLAZIONE ANALOGICA.

DUE BREVI MESSAGGI REGISTRABILI DI 8 PAROLE L'UNO SONO
DISPONIBILI CON L'USO DELLA PICCOLA MEMORIA INTERNA E
UNA "K" AUTOMATICA CHIUDE SEMPRE IL MESSAGGIO.

E' PRESENTE UN SEGNALE ACUSTICO ( BIP ) USATO PER LE
FUNZIONI E QUANDO SI REGOLA LA LINEA CON (+/-L).

MANIPOLAZIONE IAMBIC SENZA MEMORIA SUL PUNTO, 
MA CON LA MEMORIA COMPLETA ( SULLO IAMBIC ) 
CONTROLLATA DALL'ANTICIPO INTERNO AL PROGRAMMA.
NEL PROG. SPERIMENTALE PER QRQ (ATTIVATO CON RESET, -P E -V),
IL PUNTO VIENE MEMORIZZATO DURANTE LA LINEA A PATTO
CHE QUESTA SIA STATA FATTA NON IN IAMBIC (PALETTE CHIUSE).

E' CONSENTITO FARE (IN IAMBIC) CON LE PALETTE ENTRAMBE
CHIUSE LA " A-N-R-K " SENZA CHE IL PUNTO SCAPPI, (COME SI USA DIRE ).
                  
                 LETTURA DEI PARAMETRI

PM (PAROLE AL MINUTO) , P N.. OPPURE  M N..
IL NUMERO DOPO LA P (PIU') O M (MENO) INDICA LA DIFFERENZA
FRA IL PUNTO E LA LINEA.

ESEMPIO: P 00 = RAPPORTO 1/3 ESATTO. 
         P 06 SIGNIFICA CHE IL PUNTO HA 6 LUNGHEZZE IN PIU'
              DEL NORMALE. 
         M 03 SIGNIFICA CHE IL PUNTO E' PIU' CORTO DI 3 LUNGHEZZE 
              DEL NORMALE.

CON LUNGHEZZA S'INTENDE UNA VARIAZIONE MINIMA DI TEMPO

NOTA:QUANDO SI VARIA IL PUNTO CON +/-P ( IAMBIC/A E NORM.)
            LA VARIAZIONE SI SPOSTA DI TRE
 LUNGHEZZE PER VOLTA
            QUANDO SI VARIA LA LINEA CON +/-L ( IAMBIC/B)
            INVECE SI SPOSTA DI UNA LUNGHEZZA PER VOLTA.

S/P ( RAPPORTO FRA LO SPAZIO NEL CARATTERE E IL PUNTO ).

SEGUE ( P N..)  OPPURE ( M N..), ANCHE IN QUESTO CASO IL
NUMERO DOPO LA "P" O LA "M" STA' AD INDICARE LA
DIFFERENZA IN LUNGHEZZA FRA I DUE PARAMETRI MENZIONATI.  

LETTURA DELL'ANTICIPO V = 00 ( MINIMO) ,02 ( MAX ),04-03 ( MEDIO)

L'ANTICIPO E' LA CARATTERISTICA DEL SISTEMA CHE IN BASE
ALLA VELOCITA' PERMETTE UNA MANIPOLAZIONE IL PIU'
SCORREVOLE POSSIBILE.
DI SOLITO SI REGOLA INVERSAMENTE ALLA VELOCITA' DI 
TRASMISSIONE, QUINDI IN QRS L'ANTICIPO E' MASSIMO E IN
QRQ, INVECE E' MINIMO. 

NOTA: ( LA DISTANZA DELLE PALETTE DELLA CHIAVE, PUO'
        INCIDERE SULLA REGOLAZIONE DELL'ANTICIPO, QUINDI
        AD ELEVATA VELOCITA' CON  PALETTE VICINE A CORTA
        COMMUTAZIONE CI SI SPOSTA VERSO UNA REGOLAZIONE
        ANTICIPATA RISPETTO A CHIAVE REGOLATA PER IL QRS.)

   (POSIZIONE SINOTTICA DEI COMANDI FRA PARENTESI)
          
    VISTA DELLE REGOLAZIONI IN IAMBIC/A O B E CW NORMALE
                           
   (LED)  MONITOR PER FUNZIONI E VARIAZIONI

           ( + V )         ( + S )          (+P/+L)
                
REGOL.NI:    VELOCITA'       SPAZIO          PUNTO E LINEA                    

           ( -  V )        ( - S )         ( -P/-L )
                   
 FUNZIONI: (RESET)         ( VX )  
                             SALTO DI VELOCITA' (V1/V2)
                                                                 
VELOCITA'
 + - V : BREVE PRESSIONE = UNA VARIAZIONE ALLA VOLTA
         SEMPRE PREMUTO = VARIAZIONE RAPIDA CON TX PUNTO.

 SPAZIO 
 + -S :  BREVE PRESSIONE  = UNA  VARIAZIONE ALLA VOLTA   
         SEMPRE PREMUTO  = VARIAZIONE RAPIDA CON IL BIP.
         (CON VARIAZIONE RAPIDA IMPOSTA ANCHE L'ANTICIPO
         SECONDO QUESTA TABELLA: S < = PUNTO ANTICIPO MIN.
         S > PUNTO DA 1 A 3 ANTICIPO MEDIO > 3 ANTICIPO MAX.)
 
PUNTO E LINEA
+ - P/L : BREVE PRESSIONE =  SINGOLA VARIAZIONE   
          PROPORZIONALE ALLA DURATA DELLA REGOLAZIONE.
          LA LINEA SI RICONOSCE CON IL BIP A OGNI PASSO.                                                                      

                         ALL'ACCENSIONE

LA PRIMA VOLTA DA' UN SEGNALE A 2 BIP E SI IMPOSTA A 30PM
CON ANTICIPO MEDIO.

CON IL (RESET) SI ATTIVANO TUTTE LE FUNZIONI EXTRA, 
TUTTAVIA SI E' IMMEDIATAMENTE IN TRASMISSIONE. 

SE INIZIAMO CON IL PUNTO LA TRASMISSIONE CI TROVIAMO 
IN IAMBIC/A, INVECE INIZIANDO CON LA LINEA IN IAMBIC/B.
ESEMPIO:  TX  " R " = IAMBIC/A ,  TX  " OK " = IAMBIC/B.

PER CAMBIARE  DA IAMBIC  A O B OCCORRE SEMPRE RESET.

SE ACCESO E TROVA LA MEMORIA NON AZZERATA, RIMANE 
ATTIVO CON LE REGOLAZIONI VECCHIE AL MOMENTO DELLO
SPEGNIMENTO.
CON LA FUNZIONE DI ( RESET -V, PIU' AVANTI DESCRITTA ),
L'ASSORBIMENTO  QUASI ZERO, SENZA BISOGNO DI SPEGNERE.

DURATA DELLE REGOLAZIONI DA SPENTO 10- 20 MINUTI,VEDI
ANCHE LA NOTA SOTTO SUGGERIMENTI PRATICI.

SI PUO' AZZERARE IL TUTTO PREMENDO RESET DA SPENTO,
IN QUESTO CASO ALL'ACCENSIONE RIPARTE DA 30PM.

PULSANTE ( VX )  = INVERTE LA VELOCITA' IN MODO CONTINUO
                   AD OGNI PRESSIONE IN TUTTI I PROGRAMMI
                   DI TRASMISSIONE COMP.SO CQ AUTOMATICO 
(L'ANTICIPO SI REGOLA AUTOMATICAMENTE DI CONSEGUENZA).

RESET E -S = SCELTA DI UNA VELOCITA' CON LA TECNICA DEI BIP 

         1BIP     2BIP     3BIP     4BIP     5BIP    6BIP
  V1 =   15PM     20PM     25PM     30PM     40PM    50PM
  V2 =   22PM     30PM     37PM     44PM     59PM    74PM

DOPO QUESTA SELEZIONE SI E' AUTOMATICAMENTE IN 
TRASMISSIONE, OPPURE SI POSSONO PREMERE I 6 PULSANTI 
PE LE VARIE FUNZIONI.

           ( FUNZIONI DEI 6 PULSANTI AL RESET )

+ V = PROG. REG.2 MSG    +S = ACCORDO       +P = LETT. PAR. E
                              SI / NO            SET ANTICIPO
           
- V = ASSORB.TO ZERO     -S = 6 VELOCITA'   -P = PROG.VARI
      RESET RIPARTE           VEDI SOPRA         E CQ AUTOM.

         SPIEGAZIONE DELLE FUNZIONI CON (+ V) E (+/- P)

+ V   REGISTRAZIONE 2 MESSAGGI, I PULSANTI OPERANO COSI':
        
       +V          +S = REG. MSG1         +P = REG.MSG2
REG.VELOCITA' 
       -V          -S = TX MSG1 + "K"     -P = TX MSG2 + "K"
                                         (-P CHIUDE REGIST.NE)
NOTA:QUESTO PROG. IN TX LAVORA SOLAMENTE IN IAMBIC.

+ P   LETTURA PARAMETRI E SET ANTICIPO CON IL BIP
 
      1BIP         2BIP      3BIP      4BIP    5BIP      6BIP 
      TX "AS "     PM/P-M    S/P P-M   MINIMO  MASSIMO   MEDIO
  ( CONTINUO )                        (VARIAZ. ANTICIPO  MANUALE)

- P    CQ AUTOMATICO E PROGRAMMI VARI   

+V) PROG. REG. MSG.  +S) ACCORDO SI/NO  +P) SALTA A IAMBIC A                
     
-V) PROG. PER QRQ    -S) SALTA IAMBIC B -P) TX "R" E IAMBIC A

INOLTRE CON LA CHIAVE                 PUNTO = CQ AUTOMATICO 
OGNI VOLTA  CHE E' PREMUTA :          LINEA = QRL ?

NOTA: LA TRASMISSIONE AUTOMATICA SI FERMA CON LA 
      CHIAVE E DOPO TX DI " R ", VA IN IAMBIC A.

                 SUGGERIMENTI PRATICI

PUO' CAPITARE CHE ALL'ACCENSIONE NON DIA I 2 BIP, PERCHE'
( LA MEMORIA E' OCCUPATA,OPPURE IL CONDENSATORE  DI RESET E' 
ANCORA CARICO) SE LA TRASMISSIONE NON VA BENE, IN QUESTO CASO 
BASTA SPEGNERE E PREMERE RESET E POI RIACCENDERE,OPPURE SCEGLIERE 
FRA LE 6 VELOCITA' CON IL BIP SUL PULSANTE -S.

LA TRASMISSIONE AUTOMATICA DELLA LETTURA PARAMETRI
NON SI DEVE NEL SUO CORSO FERMARE CON LA CHIAVE,
ALTRIMENTI SI ALTERANO LE REGOLAZIONI IN QUEL MOMENTO
PRESENTI.

UN DIFETTO SIMILE POTREBBE ACCADERE SE VOLESSIMO
LEGGERE I PARAMETRI QUANDO IN QRS CI TROVASSIMO VICINI
AL LIMITE INFERIORE DEI PM (16 V1)  (22 V2).
 
LA VARIAZIONE DEL PUNTO HA L'EFFETTO DI TRE VARIAZIONI
DI LINEA, LA LINEA PERMETTE DI FARE UNA REGOLAZIONE FINE
PIU' UTILE ALLE ALTE VELOCITA'.

LA VARIAZIONE DELLO SPAZIO SI APPREZZA MOLTO IN QRS.

PER MODIFICARE LO SPAZIO, IN MODO CHE L'ANTICIPO AUTOMATICO 
RESTI  INVARIATO, PREMERE BREVEMENTE UNA O PIU' VOLTE (+S) O (-S) 
CON LA SOLA ACCENSIONE DEL LED.

PER TENERE IN MEMORIA I MESSAGGI E LE REGOLAZIONI PRESENTI
SI PUO' FARE IN TRE MODI:

1) LASCIARLO SEMPRE ACCESO PORTANDO L'ASSORBIMENTO A ZERO
    CON RESET E -V. (SI RIPARTE CON UN COLPO DI RESET)

2) DOPO L'OPERAZIONE (1) SI SPEGNE, MA L'INTERRUTTORE IN QUESTO
     CASO HA UNA RESISTENZA IN PARALLELO DI CIRCA 560 KOHM SE
     SI FA FUNZIONARE CON 4 BATTERIE DA 1,2 V.

3) OPPURE CON UNA PILA DA 9 V.(DOPO FASE 1) LO SI ALIMENTA
    ATTRAVERSO UNA RESISTENZA DA 1 MOHM, CHE VIENE INSERITA
    ALLO SPEGNIMENTO DALL'INTERRUTTORE CHE IN QUESTO CASO 
    DEVE ESSERE UN DEVIATORE CON IL CENTRALE COLLEGATO AL   
    CIRCUITO DEL TA51.

AGGIORNATO IL 23/8/2002   -  Cordiali Saluti, Emilio IK1WJQ    

(Vai a pagina1)