Il cancro gastrico: classificazione macroscopica e TNM

 

appunti del dott. Claudio Italiano

Perchè il cancro dello stomaco si manifesta? Quali sono le ragioni che lo favoriscono e le condizioni che si associano al cancro? Esiste una predisposizione genetica?

CLASSIFICAZIONE

dott. Claudio Italiano

Classificazione Macroscopica


Si basa sull’aspetto delle neoplasie e riconosce differenti classificazioni in base allo stadio della neoplasia .
Negli stadi primordiali, quando è confinata alla mucosa e sottomucosa, la classificazione è descritta nelle immagini seguenti, mentre nelle neoplasie avanzate si basa sulla classificazione di Borrmann, appresso riportata.

Tipo di cancro dello stomaco, protundente, ad elevazione superficiale, piatto, a depressione superficiale ed escavato

Tipo di cancro dello stomaco, protundente, ad elevazione superficiale, piatto, a depressione superficiale ed escavato

 

Classificazione TNM del tumore dello stomaco

La classificazione delle neoplasie principalmente utilizzata, classifica il grado di infiltrazione delle neoplasie in base alla profondità (T) in base al numero di linfonodi infiltrati (N) e alla presenza di metastasi a distanza (M).
Diversa è la classificazione giapponese che si basa sulla infiltrazione delle diverse stazioni linfatiche presenti attorno allo stomaco.

 

CLASSIFICAZIONE TNM secondo la UICC 1997

Categoria T
Tis Limitato alla mucosa senza invasione della membrana basale
T1a Limitato alla mucosa ( invasione della lamina propria)
T1b Invasione della sottomucosa
T2a Invasione della muscolare propria
T2b Invasione della sottosierosa
T3 Penetrazione della sierosa senza invasione dei tessuti circostanti
T4 Invasione di tessuti/ organi adiacenti

Categoria N
N0 Non interessamento linfonodale
N1 Interessamento di 1-6 linfonodi
N2 Interessamento di 7-15 linfonodi
N3 Interessamento di più di 15 linfonodi
N ratio Rapporto tra linfonodi intressati / asportati

Categoria M M0 Non metastasi a distanza
M1 Metastasi a distanza

Categoria R
R0 Non tumore residuo
R1 Residuo microscopico
R2 Residuo macroscopico

Gastroscopia: cancro avanzato dell'antro gastrico, aspetto a cavolfiore, mammellonato, eroso e sanguinante

Gastroscopia: cancro avanzato dell'antro gastrico, aspetto a cavolfiore, mammellonato, eroso e sanguinante

Trattamento

Le scelte terapeutiche nel cancro gastrico si basano sullo stadio della malattia e così alcune lesioni allo stadio Early sono attualmente trattate in maniera definitiva mediante la resezione mucosa endoscopica, mentre altre lesioni molto avanzate richiedono un preventivo trattamento chemioterapico per raggiungere migliori risultati.
Resezioni limitate (Endoscopic Mucosal Resection o EMR)
Per una piccola percentuale di lesioni in fase precoce (Early) è attualmente proponibile la resezione endoscopica del tumore, se però la lesione è confinata alla mucosa dello stomaco, cioè è di superficie, non affonda , per così dire, “ le radici” nello strato muscolare e non interessa i linfonodi. Solo allora  il trattamento endoscopico viene considerato terapeutico.
Nella maggior parte dei casi, invece, è indispensabile operare la:
  Gastrectomia subtotale, se il solo antro è interessato ed è possibile allargare a 2,5 la resezione;
Gastrectomia totale, se la lesione è estesa e non è possibile discernere la sua sede con precisione, se per esempio interessa il fondo gastrico;
Gastrectomia allargata agli organi ed ai linfonodi vicini, caso questo forse più frequente.
Gastroenteroanastomosi, se è interessato il cardias.
I linfonodi vanno sempre bonificati fino al secondo livello e la chemioterapia che segue può migliorare notevolmente la prognosi.


indice dei tumori indice di gastroenterologia