La patente di guida ed il diabete

 

 

appunti del  dott. Claudio Italiano

Criteri per il giudizio sul rinnovo

Precisando che un paziente diabetico, se il diabetologo che lo visita ai fini medico-legali per l’idoneità o meno alla guida, ritiene opportuno limitare la durata della patente di guida, lo fa nell'interesse del paziente, tenuto conto che in questo modo gli eviterà spiacevoli incidenti per sé e per gli altri. Molti pazienti, invece, ci tediano e prendono a male e come una sorta di punizione Il dott. Claudio Italiano riceve a Milazzo Il giudizio "scarso" che esprime il diabetologo e la limitazione nel tempo del rinnovo della patente di guida stessa.  Per avere un rinnovo protratto negli anni è opportuno avere un buon controllo delle glicemie, non avere una severa retinopatia diabetica, per esempio la forma proliferativa o avere effettuato le giuste cure con la laserterapia; problemi di nefropatia diabetica, espressione di danno renale renale (microalbuminuria nella nefropatia) e i dolori neuropatici agli arti inferiori espressione di  neuropatia diabetica. Occorre ancora non soffrire di problemi di cardiopatia ischemica ed esseresoggetti a  rischio cardiovasculometabolico; infatti è importante non  non avere avuto episodi ipoglicemici. Leggiamo appresso e capiamo quali sono i criteri del rinnovo.  fac simnile patente BOccorre precisare che il paziente diabetico se ritenuto in possesso dei requisiti per la guida del proprio autoveicolo può essere abilitato in tal senso previa una visita medica che di norma effettua dallo specialista diabetologo, essendo stato inviato dal competente ufficio medico legale della azienda sanitaria. Il giudizio finale di idoneità per patenti di categoria superiore (C, D, CE, DE) è di competenza della Commissione medica locale. Anche per patenti di categorie A, B e BE, la presenza di complicazioni diabetiche tali da determinare un rischio elevato per la sicurezza della circolazione e dubbi per l’idoneità alla guida richiede che il giudizio sia demandato alla Commissione medica locale. In casi dubbi, lo specialista può comunque sempre demandare il giudizio di idoneità alla Commissione medica locale.

 

Il giudizio di idoneità dello specialista deve basarsi su:

grado di controllo metabolico sulla frequenza e le caratteristiche delle reazioni ipoglicemiche, nel senso che la frequenza e le caratteristiche degli episodi ipoglicemici sono di grande importanza: un giudizio "buono", "accettabile", o "scadente" viene attribuito a seconda che il numero degli episodi in un mese sia <2, compreso fra 2 e 4, o >4; in questo giudizio deve poi rientrare anche la valutazione della capacità di avvertire l’ipoglicemia e di saperla gestire in modo adeguato.
presenza o meno di complicanze croniche.
Per esprimere un giudizio circa il compenso glicometabolico, lo specialista si avvale del controllo dell’emoglobina glicata, nel senso che il giudizio sarà:
controllo glicemico adeguato e soddisfacente se HbA1c <9,0% (ma non è questo un compenso ottimale, anzi!)
o non adeguato se HbA1c >9,0%
Infine si può esprimere un giudizio nella valutazione finale:
profilo di rischio basso, cioè il soggetto può ritenere la sua patente rinnovata nel tempo, fino a scadenza;
medio, cioè con un limite, per esempio tre anni.
elevato., per cui si demanda alla Commissione medica locale un’ulteriore valutazione.

In particolare i criteri per cui la patente può o meno essere rinnovata sono:

La presenza o meno di eventuali complicanze micro- e macroangiopatiche, arrivando infine all’attribuzione complessiva del profilo di rischio, che sarà definito come "basso", "medio" o "elevato" in accordo con lo schema qui riportato:

1. Profilo di rischio BASSO:

– Assenza di retinopatia

 

– Assenza di neuropatia

– Assenza di nefropatia o microalbuminuria

Ipertensione ben controllata

Controllo glicemico ADEGUATO

– Giudizio complessivo sulle ipoglicemie BUONO

2. Profilo di rischio MEDIO:

– Retinopatia background o proliferante, se con buona conservazione del visus
– Neuropatia vegetativa o sensitivo-motoria di grado lieve, se con buona conservazione della percezione sensitiva e delle capacità motorie
– Nefropatia se solo con macroalbuminuria
– Ipertensione se ben controllata
– Cardiopatia ischemica se ben controllata
– Controllo glicemico NON ADEGUATO
Giudizio complessivo sulle ipoglicemie ACCETTABILE

3. Profilo di rischio ELEVATO:

– Retinopatia proliferante con riduzione del visus
– Neuropatia autonomia o sensitivo-motoria grave, con perdita
della percezione sensitiva e delle capacità motorie
– Nefropatia con insufficienza renale cronica
– Ipertensione non controllata
– Ischemia cardiaca recente (<1 anno) o non ben controllata
– Controllo glicemico NON ADEGUATO
– Giudizio complessivo sulle ipoglicemie SCADENTE

Va da sé che in conseguenza del giudizio espresso la patente si ritiene rinnovabile da qualche anno a 5 anni, tenuto conto di:
Assenza di complicanze, con controllo glicemico buono (categoria corrispondente al profilo di rischio "basso"): nessuna riduzione.
– Assenza di complicanze con controllo glicemico non accettabile (categoria corrispondente al profilo di rischio "medio"): riduzione a 1-3 anni.
– Presenza di complicanze lievi, con buon controllo glicemico, senza ipoglicemie di rilievo (categoria corrispondente a un
profilo di rischio compreso fra "basso" e "medio"): riduzione a 5 anni.
– Presenza di complicanze di grado medio e/o controllo glicemico non accettabile (categoria corrispondente al profilo di rischio
"medio"): riduzione a 1-3 anni.
– Presenza di complicanze di grado medio-grave, indipendentemente dal controllo glicemico (categoria corrispondente a un
profilo di rischio compreso fra "medio" e "elevato"): riduzione a 1 anno o, in casi particolari, a 6 mesi.
– Presenza di complicanze gravi, o ipoglicemie gravi e non avvertite, o di altre situazioni che possono pregiudicare la sicurezza
della guida (categoria corrispondente al profilo di rischio "elevato"): invio del paziente alla commissione medica locale.
Buona guida e non fate incidenti! Sulla strada ci potrebbe essere pure vostro figlio! Quindi se avete problemi alla vista non andate in giro di notte e con la pioggia o la nebbia!

 

indice di argomenti di diabetologia