INDICAZIONI PER LA VALUTAZIONE DEL PROFILO DI RISCHIO PER LA CIRCOLAZIONE STRADALE DEI SOGGETTI AFFETTI DA DIABETE MELLITO O EPILESSIA E RELATIVA MODULISTICA CERTIFICATIVA PER LO SPECIALISTA CHE DEVE ESSERE ACQUISITA DAL MEDICO MONOCRATICO O DALLA CML

Link correlati al tema: L'emoglobina glicata   diabete e patente di guida   Le crisi ipoglicemiche  La retinopatia diabetica   Retinopatia diabetica, prevenzione e cura  Le nuove cure per la retinopatia diabetica  La nefropatia diabetica   La nefropatia diabetica : la cura

 
cfr anche   diabete e patente

Certificazione di idoneitÓ alla guida di autoveicoli per pazienti affetti da diabete mellito
Per la valutazione del profilo di rischio da attribuire ai soggetti diabetici in riferimento alla valutatone di pericolositÓ alla guida si individuano i seguenti criteri:
1. potrÓ essere considerato come controllo glicemico ADEGUATO, riferito esclusivamente al giudizio di pericolositÓ alla guida, un valore di emoglobina gllcata <9.0 %, non adeguato in caso di valori >9.0 %;
2. per le valutazionl delle ipoglicemie dovranno essere tenuti presenti al fine di attribuzione del giudizio di BUONO, ACCETTABILE o SCARSO i seguenti parametri valutativi:
a. vantazione anamnestlca della capacitÓ del soggetto di avvertire l'ipoglicemia e gestirla precocemente e adeguatamente;
b. presenza/assenza di ipoglicemie gravi (che richiedono (Intervento di altra persona) e ricorrenti (almeno 2 episodi) riferite negli ultimi 12 mesi;
3. per formulare il giudizio sul rischio per la sicurezza alla guida, gli elementi che dovranno essere considerati sono:

a) per rientrare in un profilo di RISCHIO BASSO;
- assenza di retinopatia
- assenza di neuropatia
- assenza di nefropatia
-  ipertensione ben controllata
assenza di ipoglicemie gravi e ricorrenti riferite negli ultimi 12 mesi
- capacitÓ del soggetto di avvertire l'ipoglicemia e gestirla precocemente e adeguatamente
- controllo gllcemico ADEGUATO
- giudizio sull'ipoglicemia BUONO


b) per rientrare In un profilo di RISCHIO MEDIO:
- USO DI FARMACI CHE POSSONO INDURRE IPOGLICEMIE GRAVI
- retinopatia non proliferante o proliferante, se con buona conservazione del visus neuropatia autonomlca o sensitive-motoria di grado lieve, se con buona conservazione della percezione sensitiva e delle capacitÓ motorie, non trattata con farmaci specifici
-  nefropatia se solo con microalbuminuria o macroalbumlnurla
-  ipertensione se ben controllata cardiopatia Ischemica se ben controllata
assenza di ipoglicemie gravi e ricorrenti riferite negli ultimi 12 mesi e capacitÓ del soggetto di avvertire l'ipoglicemia e gestirla precocemente e adeguatamente
- controllo glicemlco NON ADEGUATO
- giudizio sull'ipoglicemia ACCETTABILE


e) per rientrare in un profilo di RISCHIO ELEVATO;
- retinopatia proliferante, con riduzione del visus
neuropatia autonomica o sensitive-motoria grave, con perdita della percezione sensitiva e delle capacitÓ motorie, trattata con farmaci specifici
- nefropatia con insufficienza renale cronica
Ipertensione non controllata, TIA/Ictus, Ischemia cardiaca recente (< 1 anno) o non ben controllata
- ipoglicemie gravi e ricorrenti riferite negli ultimi 12 mesi
Ľ incapacitÓ del soggetto di avvertire l'ipoglicemia e gestirla precocemente e adeguatamele
- controllo glicemico NON ADEGUATO giudizio sull'ipoglicemia SCARSO
Il Certificato diabetologico non deve essere stato rilasciato in data anteriore a 3 mesi. Per la redazione del certificato possono essere accettati esami strumentali e di laboratorio effettuati entro l'anno
con l'eccezione della emoglobina glicata il cui referto non deve essere superiore a 6 mesi

oppure index di diabetologia