La dieta seria: come fa il medico a calcolare una dieta?

La dieta seria

Come fa il medico a calcolare una dieta?

 

 

Il dott. Claudio Italiano riceve per appuntamento in Milazzoa cura del dott. Claudio Italiano

Se leggete questa pagina perché nella vostra mente vi sentiti inadeguati ed obesi anche se ciò non è vero, allora potrebbe trattarsi di un problema di anoressia; quindi cercate anoressia: cura

La dieta (ovvero "Dottore sono obesa?")

Obesità centrale addominale: paziente di 50 anni, da mio caso clinico; diabete tipo 2 in terapia oralePremesso che sono affermazioni scorrette basare una dieta solo su una tipologia di alimento, per es. parlare di dieta del cocomero, della banana, della papaya ecc..

Che cos'è, invece, una dieta serie e come va calcolata ?

Partiamo col concetto stressato del sovrappeso e della obesità.

Definizione dell’obesità: ne esistono 3.

  • una fisiologica, per cui si dice che è obeso un soggetto che ha un aumento di massa grassa più del 25% se uomo, più del 20% se donna;

  • psico-sociale, cioè la convinzione che essere  "magro" è bello e sexy ;

  • quella medica, per cui il peso norma è quello che ci consente di vivere meglio e più a lungo (per es. senza lombalgia, senza carico eccessivo su un ginocchio artrosico ecc.).

     

    Ma qual’è il peso ideale?

    Esiste una tabella di Quetelet o dell’Indice di Massa Corporea (I.M.C.) che si calcola in questo modo:

    PESO/ALTEZZA IN METRI AL QUADRATO

    Una paziente anoressicaL’I.M.C. deve essere < a 25 per l’uomo ed < a 20 per la donna; chi è tra 25-30 è in sovrappeso, chi supera il valore di 30 o addirittura 40 è obeso.

    Per es. il titolare di questo sito web pesa Kg 95 ed è alto 1,78 dunque (95: 1,78 elevato 2) = (95:3,1684)=29,983  (pesava 95!!) ..per cui è quasi in sovrappeso spinto! Ma non è la carne quello che conta; è lo spirito che è forte!

    Un’altra classificazione dell’ obesità fa sì che questa sia suddivisa in a) centrale o androide o addominale e b) periferica, ginoide o sui fianchi;

    Fisiopatologia: si ingrassa perchè esistono fattori ereditari, comportamenti alimentari sbagliati che si acquisiscono nell’infanzia, madri e padri iperprotettivi che ti ingozzano, o perchè si ha la predisposizione a diabete e c’è più insulinemia in circolo, per disturbi endocrini e dell’ovaio (per es. donne con irsutismo e peluria sul viso, gibbo, facies lunare ecc.) Confronta: L'obesità e gli squilibri ormonali   L'obesità e la malattia mentale: l'abbuffata  Bambini obesi )

    Le diete in questo sito Gastroepato

    In questo website possono trovare le diete per tutte le patologie più importanti, per esempio La dieta per il diabetico, e come calcolare l'insulina col microinfusore alla dieta nel diabetico tipo 1 , quali alimenti preferire nel diabete sulla base dell' indice glicemico. e come sviluppare una dieta per diabete e calcolare le unità di insulina. e  le sostituzioni degli alimenti nella dieta per il diabetico.  Ancora si parla della dieta per il paziente con le dislipidemie (La dieta per il colesterolo ed i trigliceridi alti), o la dieta idrica ( La dieta con le acque giuste, oligominerali, minerali, lassative ecc.) e se bere tanta acqua fa sempre bene (intossicazione da acqua)

    Perchè dunque l'obesità?

    - Ereditarietà: il 69% degli obesi hanno un genitore obeso, il 18% entrambi;

    - Ambiente: l’ipernutrizione aumenta la massa degli adipociti (cellule del grasso) (cfr L'obesità grassi e metabolismo zuccheri e metabolismoLa pancia ed i fianchi: sindrome metabolica La pancia ed i fianchi= rischio infarto ed ictus  La Piramide Alimentare  Obesity Day 10 ottobre: la dieta giusta);

    - Comportamento alimentare: es. bulimia, fame da bue, mangiare spesso, sgranocchiare cose dolci e cioccolata perchè si è depressi, snack fuori orario ecc.

    - Tendenza al diabete tipo 2: tra il 25 ed 50% dei soggetti obesi ha tendenza all’iperinsulinemia ed alla obesità ed alle crisi ipoglicemiche, per cui ha sempre fame

    - Altri disturbi endocrini: della tiroide (cfr La Tiroide: parte introduttiva  La Tiroide: patologie connesse con iper ed ipotiroidismo ) e del surrene, turbe ovariche, eccesso di ormoni maschili nella donna, per cui il peso si distribuisce come per l’uomo sulla pancia!

    - Obesità iatrogena: quando il medico prescrive una dieta, e poi il paziente, dopo la dieta, riprende di sua spontanea volontà l’alimentazione di prima!!!!

    Bilancio: la valutazione delle funzioni circolatorie, respiratorie, articolari, la coxartrosi, la gonartrosi, migliorano dopo la dietoterapia, il valore della trigliceridemia si abbassa, il colesterolo LDL si riduce, lo stesso l’acido urico(cfr L'obesità  grassi e metabolismo  zuccheri e metabolismo   gotta ed acido urico)

    L’indagine deve consentire al medico di conoscere le abitudini alimentari del soggetto, quindi si valuta il livello calorico inziale, a cui si sottrae quello della dieta e si divide per nove, per ottenere il valore della riduzione di peso.

  • Es. Chi vi scrive ogni giorno assume circa 2000 Kcal, supponendo che ne assuma 1000 Kcal, allora quando potrà dimagrirà in un giorno?

  • 2000 - 1000 / 9 = 111,11 grammi

  • infatti 9 Kcal equivalgono al valore energetico che da 1 grammo di grasso quando brucia

  • Però non sempre avviene così, perchè pian piano l’organismo si riassetta, assorbe di più, metabolizza meglio ed il peso si riduce di meno. Addirittura nel corso di 5-9 anni si riprende il peso perduto ed anche si ingrassa! Per fortuna esistono degli alimenti detti alimenti funzionali che vi vengono in aiuto. Fra essi dei prodotti a base di lecitina di soia ed il tè verde, oltre che preparati a base di calcio che riescono a far mantenere il peso acquisito. Va da sè che dovete nel frattempo muovervi e cambiare il vostro stile di vita (cfr life style)

    Comunque se un tizio pesa 100 Kg e deve dimagrire di 20 Kg, cioè raggiungere 80 Kg di peso, ed assume inizialmente 2200 Kcal, si usa un’altra formuletta empirica: si calcola il valore in calorie da somministrare moltiplicando 20 Kcal per il peso da ridurre, cose da esempio:

    2200 - (20 X 20 Kg da dimagrire)= 1800 Kcal

    Da qui poi si parte per costruire la dieta che dovrà essere sempre bilanciata, cioè contenere tutti i principi alimentari, es. 50-60% di carboidrati, 25-30 % di proteine ed in resto in lipidi, meglio se olii polinsaturi (es. olio di girasole, olio d’oliva) in quanto migliorano il catabolismo dei lipidi( lipidi).    Inoltre è opportuno che il paziente assuma 500 mg/die di calcio specie se dimagrisce perchè ha i dolori dell’osteoporosi e sovrappeso, ed un complesso polivitaminico.

    Anche il diabete si controlla con la dieta oltre che con i farmaci, insulina ed ipoglicemizzanti orali.

  • L'obesità

  • grassi e metabolismo

  • La pancia ed i fianchi: sindrome metabolica

  • La pancia ed i fianchi= rischio infarto ed ictus!

  • La Piramide Alimentare

  • Obesity Day 10 ottobre: la dieta giusta!

  • Esempio di dieta da 1500 Kcal.

    Una dieta deve avere un apporto di nutrienti equilibrato ( Fabbisogno energetico e nutrienti  Quali alimenti mangiare in una dieta giusta?  ), ma il paziente deve anche muoversi e fare sport ( Il concetto di stile di vita e della nuova piramide alimentare . Deve avere un apporto giusto di fibre (dieta e fibre) per favorire l'evacuazione e combattere il cancro del colon e per la cura della stipsi ( La dieta per la stitichezza )

  • Colazione Latte scremato ml 200 dolcificato con aspartame

  • Pranzo : pasta 80 grammi (pesata cruda)

  • secondo di 150 grammi carne o 120 grammi pesce, cotti alla brace o bolliti

  • verdura grammi 200

  • un frutto da gr 100

  • cena : pane 80 grammi

  • secondo di carne es. prosciutto o bresaola gr 100 oppure una mozzarella da 100 grammi

  • verdura gr 200

  • un frutto da gr 100

  • bere solo acqua oligominerale e condire con 6 cucchiaini di olio di mais.

  • Anoressia mentale (depressione   Il paziente anoressico e cachettico che dimagrisce senza fermarsi! )

    E’ un quadro tipico delle ragazze: è una riduzione volontaria degli apporti alimentari mentre la sensazione di fame è conservata più a lungo. L’attività sociale (scolastica e sportiva) è mantenuta. Si tratta di una affezione psicologica: conflitto con i genitori, rifiuto della propria femminilità, timore irragionevole dell’obesità. Talora si associa a bulimia.

    L’amenorrea (mancanza del ciclo) è costante, ed il soggetto a costo di dimagrire si abitua a vomitare, ad usare forti lassativi, diuretici ecc.

    Il medico procede con indagini che mirano a valutare le funzioni gonadiche, il livello di estrogeni e di progestinici, l’FSH.

    Terapia

    Occhio ai formaggi ipercalorici!Rialimentazione progressiva e pianificata in accordo col terapeuta che, inizialmente, con autorità sanitaria impone delle tappe nella rialimentazione del soggetto; nei casi più difficili può essere indicata la rialimentazione con sondino gastrico, con miscele di aminoacidi che vanno sopra le 2000 Kcal e devono essere ipoproteiche, non superando 75 e 100 grammi.

    A tutto ciò si associa una psicoterapia di tipo psicoanalitico o familiare e comportamentale.

    Alimenti sconsigliati : latte intero, yogurt grasso, manzo con grasso, carne lardellata, montone, oca, salumi e salsicce, lardo, trippa, anguille, sgombro, tonno, acciughe, caviale, vongole, uovo intero, patate fritte, frutta secca, olive, burro, panna, strutto, dolci, cacao, caramelle, biscotti secchi, gelati, salse del commercio;

    Alimenti permessi: latte scremato, yogurt magro, vitello sgrassato, carni di pollo, tacchino, pesce es. sogliola, riso, pasta, patate e verdure, legumi, frutta poco zuccherina, olio polinsaturo di mais o girasole, brodini di verdura, pomodori ed insalata verde ecc.

    indice delle diete