Valutazione clinica dell'azione sebo-normalizzante di un integratore alimentare

Studio circa la valutazione clinica dell'azione sebo-normalizzante di un integratore alimentare in soggetti che presentano pelle del viso grassa

appunti del dott. Claudio Italiano

cfr prima La cura della steatosi

A noi che siamo ambientalisti ed idealisti, ci piace riportare uno studio che correla l'impiego di un buon prodotto fitoterapico con la cura delle pelle grassa e, di conseguenza, con la cura dell' acne. Infatti il fegato svolge certamente un suo ruolo chiave nel processo di detossicazione dell'organismo da farmaci, dall'eccesso ormonale e sostanze nocive, grassi saturi compresi.

tarassaco

Tarassaco

Così, va da sè, che un'azione di epatoprotezione e colegoga sul fegato è alla base dell'implementazione della detossicazione epatica da sostanze di natura ormonale, che sono poi alla base della seboregolazione. In parole povere, rivolgendoci, al grosso pubblico, diremo che impiegare la cynara scolymus ed il tarassaco giova per la coleresi e scialeresi e quindi per l'eminazione degli ormoni responsabili della produzione di sebo e dell'acne giovanili nella bile e quindi nelle feci, per regolare il contenuto di sebo sulla pelle. La pelle grassa è un inconveniente fastidioso per alcuni soggetti e si manifesta particolarmente in chi è lievemente sovrappeso. Poiché spesso è correlata a disturbi della funzionalità epatica non richiedenti interventi farmacoterapici, è possibile che la fototerapia aiuti a migliorare la condizione. In una precedente ricerca, il trattamento con un preparato commerciale (Cinarepa®) a base di estratto secco di foglie di carciofo (Cynara scolymus), radice di tarassaco (Taraxacum officinalis), curcuma (Curcuma longa) e rosmarino (Rosmarinum officinalis), ha dimostrato un'efficacia nel trattamento della dispepsia sia dopo 30 che dopo 60 giorni di trattamento.

 


L'estratto di foglie di carciofo è ricco di antiossidanti e può ridurre i livelli di colesterolo ematico, come sperimentalmente evidenziato sui livelli lipidici e antiossidanti nel fegato e nel cuore di topi ipercolesterolicemici. Inoltre, il trattamento di 17 pazienti affetti da epatite C per 12 settimane, pur non avendo influenzato il profilo lipidico, ha dimostrato un miglioramento dello stato di affaticamento e dei disturbi associati. La curcuma è una pianta tropicale coltivata in Asia e Africa appartenente alla famiglia dello zenzero. Si tratta di un antiossidante naturale; è anche utilizzato come matrice per l'ottenimento di frazioni fitoterapiche ad alto potere antiossidante e i suoi effetti epatoprotettivi sono stati dimostrati sia in vitro sia in vivo. Il tarassaco, di dimostrate proprietà antiossidanti, associato alla curcuma e al rosmarino, è stato proposto come dietetico nelle donne con climaterio.
Lo scopo del presente studio è stato quello di valutare l'efficacia sebo-normalizzante a livello cutaneo di un integratore alimentare in soggetti che presentano cute tendenzialmente seborroica. In particolare lo studio ha approfondito la possibile efficacia di un integratore alimentare nel coadiuvare il miglioramento del quadro clinico cutaneo tipico di soggetti che presentano pelle grassa, oleosa, impura.
 

Materiali e metodi

Lo studio clinico-strumentale si è svolto su 30 soggetti caucasici di sesso maschile e femminile (età compresa tra i 18 e i 65 anni).  I soggetti reclutati non dovevano aver assunto epatoprotettori un mese prima dell'inizio dello studio e presentavano pelle del viso grassa (oleosa e lucida) e impura (quantità di sebo sulla fronte >220 mg sebo/cm2 pelle). Sono stati reclutati soggetti in lieve sovrappeso (10-20% del peso ideale) e i soggetti di sesso femminile dovevano utilizzare un metodo contraccettivo adeguato. I soggetti si impegnavano a non variare abitudini, stili di vita e soprattutto abitudini alimentari e ad attenersi strettamente a quanto riportato nella scheda informativa dello studio. Sono stati esclusi i soggetti in terapia con prodotti con attività simile al prodotto in esame, i soggetti con problemi di natura dermatologica o patologie epatiche conclamate in cura farmacologia per queste patologie. Inoltre sono stati esclusi i soggetti con intolleranze alimentari ad uno o più componenti della formulazione del prodotto, le donne incinte o in allattamento.  I soggetti sono stati sottoposti a una visita anamnestica mirata a valutarne l'idoneità allo studio. La visita comprendeva l'analisi clinica del dermatologo, per la valutazione delle caratteristiche cutanee tipiche di una pelle grassa unitamente a una valutazione strumentale (acquisizione mediante Sebumeter ® del valore di sebo a livello della fronte >220 mg sebo/cm2).

curcuma

Curcuma

Inoltre ai soggetti è stato chiesto di effettuare un prelievo ematico al fine di monitorare l'andamento dei livelli ematici di transaminasi glutammico ossalacetico transaminasi (GOT/AST), glutammato piruvato transaminasi (GPT/ALT), gamma GT, bilirubina totale, colesterolo totale e trigliceridi.  I soggetti erano tenuti a compilare un diario circa le loro abitudini alimentari nei sette giorni antece­denti l'inizio dello studio e nei primi tre giorni della II e della IV settimana di assunzione dell'integratore, al fine di monitorare la loro dieta.  I soggetti dovevano assumere due capsule al giorno distribuite in due somministrazioni prima dei pa­sti principali. Inoltre è stata fornita una crema base da utilizzare sul viso durante tutto il periodo di studio; tale accorgimento è stato adottato affinchè nessun prodotto topico potesse interferire con i parametri cutanei d'interesse nello studio.
L'efficacia del prodotto è stata valutata, a distanza di 30 giorni d'uso, mediante sonde non invasive in grado di quantificare la quantità di sebo presente sul­la cute e il pH cutaneo.  La misurazione del sebo sulla pelle si è basata sul metodo sebometrico riconosciuto a livello in­ternazionale (Sebumeter® 815, Courage + Khazaka GmbH). La valutazione è di tipo fotometrica: il sebo sulla pelle è stato raccolto su un nastro sintetico opaco di 64 mm2 inserito in una sonda; quest'ultima è stata messa in uno strumento dotato di fotocellula con funzione di rilevatore fotometrico. La differenza della luce assorbita dal campione è rappresentativa del contenuto di sebo sulla superficie della zona di misurazione. Un microprocessore trasforma in seguito l'assorbanza misurata in microg di sebo/cm2 di cute.  La valutazione del pH cutaneo è stata effettuata mediante Skin-pH-Meter®. L'epidermide presenta valori di pH leggermente acidi variabili tra 4.3 e 5.5.
 

Ingredienti Integratore alimentare: Cynaran® estratto secco di carciofo (Cynara scolymus) foglie 15% in acido cloro genico, amido di mais pregelatinizzato; tarassaco (Taraxacum ojficinalis) radice estratto secco al 2% in inulina; curcuma (Curcuma longa) rizoma estratto secco al 95% in curcumina; rosmarino (Rosmarinum officinalis) germogli olio essenziale microincapsulato (olio vergine di oliva, olio essenziale di rosmarino, gelatina, silice); antiagglomeranti: talco, silice amorfa, magnesio stearato vegetale. Costituenti della capsula: idrossipropilmetilcellulosa.

 Risultati
Sono stati analizzati i dati relativi a tutti i 30 soggetti arruolati (15 donne e 15 uomini, età media 39,6±2,032). I soggetti partivano con un valore medio di sebometria pari a 257,3±4,520 e un aspetto estetico, valutato mediante esame obiettivo dermatologico, lievemente alterato.  Follicolo pilifero, ripieno di sebo infetto, con "il tappo" di materiale cheratinico e sebaceo", il comedone.Le immagini mostrano come il trattamento con il prodotto Cinarepa® determini un miglioramento dell'aspetto estetico della pelle, concordemente ai risultati della valutazione dermatologica: il 47% dei soggetti ha riportato miglioramenti della luminosità cutanea e il 53% un miglioramento estetico generale.  Gli esami ematochimici, valutati mediante esame del sangue, erano al TO interni ai range di normalità; solo il colesterolo totale era interno al range di rischio moderato.  La valutazione dei diari alimentari, compilati dai soggetti partecipanti lo studio, al T30, non ha rivela­to cambiamenti significativi delle abitudini alimen­tari fra prima e durante il periodo dello studio.  La sebometria cutanea si è ridotta significati­vamente da 257,3±4,52 a 189,7+7,638 ug/cm2 (P<0,001). Il pH cutaneo al TO aveva un valore medio di 5,4, valore interno ai range di normalità, ed è rimasto inalterato al T30 (valore di 5,2).
La terapia migliora l'aspetto estetico, concordemente ai risultati della valutazione dermatologica: il 47% dei soggetti ha riportato miglioramenti della luminosità cutanea e il 53% un miglioramento estetico generale.  Il quadro lipidico è rimasto generalmente inalterato. Il colesterolo totale era 203,4±6,43 mg/dl in TO e 200,5±6,71 mg/dl in T30 (P=ns), rimanendo entro il range di rischio moderato. I trigliceridi erano 115,4±11,2 mg/dl in TO, 110,5±13,22 mg/dl in T30 (P=ns). La transaminasi GOT/AST si è ridotta: da 21,6±1,14 a 19,5±1,12 U/l (P=0,049), mentre gli al­tri parametri epatici sono rimasti inalterati: le transa­minasi GPT/ALT erano 25±2,65 in TO e 24,2±3,25 U/l in T30 (P=ns), i valori di gamma GT risultavano 29,4±5,15 in TO e 26,7+5,49 U/l in T30 (P=ns), la bilirubina totale misurava 0,8±0,08 in TO e 0,7±0,09 mg/dl in T30 (P=ns).  Inoltre è importante sottolineare come durante il periodo di studio nei soggetti non siano insorti effetti collaterali in seguito all'assunzione dell'integratore alimentare.
 

h2>Discussione II trattamento con Cinarepa® ha favorito la riduzione del sebo in eccesso presente sulla pelle del viso dei soggetti arruolati, evidenziando un'attività sebo equilibrante. Inoltre non ha alterato il pH fisiologico della cute del viso e l'analisi degli esami biochimicoclinici non ha evidenziato variazioni indicative di alterazioni a carico della funzionalità epatica e del quadro lipidico. La quantità e la qualità della dieta non hanno modificato significativamente le funzioni fisiologiche, non interferendo con lo studio. Quindi è possibile concludere che il miglioramento dell'aspetto este­tico (53%) e della luminosità (47%) della pelle del viso rilevati siano dovuti all'assunzione del prodotto fitoterapico (Cinarepa®). Inoltre è importante sotto­lineare come durante il periodo di studio nei soggetti non siano insorti effetti collaterali in seguito all'as­sunzione dell'integratore alimentare. I risultati di questo studio riguardo i livelli lipidici e di funzionalità epatica non sono simili a quelli ottenuti in uno studio precedente : dove il livello di colesterolo totale, LDL e trigliceridi diminuiva del 6-8% (P<0,001), le attività delle transaminasi (AST, ALT) e della gamma GT diminuivano di 13-20 U/l (P<0,01). Nel presente studio i valori ematochimici sono rimasti pressoché inalterati dopo il trattamento; la differenza nei risultati di questo studio possono essere collegati ai soli 30 giorni di trattamento anzi­ché 60. Inoltre i soggetti del precedente studio sono stati reclutati con valori dei parametri biochimico-clinici relativamente elevati in TO, mentre i sogget­ti del presente studio sono stati reclutati con valori biochimico-clinici ai limiti di norma. Ulteriori approfondimenti sui meccanismi di azione del composto fitoterapico in rapporto ai parametri cutanei potrebbero essere necessari soprattutto con­siderando periodi di trattamento più lunghi. Tuttavia gli estratti che compongono il Cinarepa®, lavorando in sinergia, sembrano avere un effetto positivo sul­la pelle grassa senza alcun effetto collaterale per il soggetto.

Riassunto
Obiettivo. Scopo di questo studio è stata la valutazione dell'utilità di un prodotto fitoterapico con estratto secco di foglie di carciofo e curcuma nel trattamento della pelle grassa.
Metodi. Un gruppo di soggetti con diagnosi dermatologica di pelle grassa è stato valutato clinicamente median­te un punteggio effettuato dal dermatologo e sperimen­talmente mediante valutazione del sebo presente a livello della fronte (Sebumeter®). Dopo le valutazioni basali i soggetti hanno giornalmente assunto due capsule del prodotto commerciale (Cinarepa®) composto da estratto secco di carciofo (Cynara scolymus) foglie 15% in acido cloro genico, amido di mais pregelatinizzato; estratto di radice di tarassaco (Taraxacum officinalis) secco al 2% in inulina; curcuma (Curcuma longa) rizoma estratto secco al 95% in curcumina; rosmarino (Rosmarinum officinalis). Dopo 30 giorni di trattamento, i soggetti partecipanti lo studio sono stati sottoposti alle stesse valutazioni cli-niche e strumentali. Inoltre, sono stati eseguiti test di laboratorio per la valutazione del profilo lipidico e della funzionalità epatica.
Risultati. Dei 30 soggetti partecipanti lo studio, il 47% ha riportato cambiamenti positivi della luminosità cutanea e il 53% un miglioramento estetico generale. Una riduzione statisticamente significativa del sebo cutaneo è stata rilevata dopo 30 giorni: da 257,3±4,52 microg/cm 2 a 189,7±7,638 ug/cm 2 (P<0,001). Nessuna particolare modificazione si è avuta a livello del profilo lipidico o di funzionalità epatica. Nessuno ha riportato effetti indesiderati. Conclusioni. Il composto fitoterapico testato (Cinarepa®) può essere utile nel trattamento dei soggetti con pelle grassa.


indice di dermatologia