Tonnare e Tonnaredde a Milazzo

Tonnare e Tonnarelle di Milazzo

 

Video sulla Tonnarella di Capo Milazzo

Link in tema:

Donna Crucifissa e le sue orazioni per la Tonnara

tonnara 2
tonnara 3
 VEDI QUESTO DOCUMENTO STORICO  info "Sketch & Cad" di Milazzo (+39) 090 9224614

info line Pippo Ruggeri di Legambiente del Tirreno cellulare (italia +39) 3381467505   e-mail : legambientetirreno@tiscali.it

Il webmaster ringrazia Legambiente del Tirreno nella persona di Pippo Ruggeri & Graziella Giorgianni per la cortese collaborazione prestata alla realizzazione delle pagine

Manufatti romani,  piante rare e una ricca biodiversità: la Riserva Naturale non può attendere

Momento di raduno per l'iniziativa di Legambiente del 28 ottobre 2006, in primo piano, con la trombam, Pippo Ruggeri

Tra  terziario e  quaternario, circa 1500000 anni fa, movimenti tettonici  sollevarono, fino ad un’altitudine di 60 metri, l’attuale promontorio di Milazzo che ,ovunque ,conserva tra le  rocce i segni della sua antica storia geologica ,tanto che non è difficile  tra le pietre scorgere i fossili di organismi marini. Abitata fin dal neolitico Milazzo e il suo promontorio hanno visto nel loro territorio le varie  vicissitudini storiche apportatrici di un modo differente di rapportarsi con l’ambiente cosicché oggi, il Capo Milazzo è  territorio da salvaguardare per la sua memoria storico culturale  e la sua valenza naturalistica, preziosa per la presenza di 250 specie botaniche tra le quali alcune a rischio di estinzione come il limonio minutiflorum (presente solo a Milazzo e in qualche località eoliana). Cammini magici sono i sentieri di Capo Milazzo, laboratori naturali, mediante i quali è possibile ammirare l’incantevole paesaggio che la vegetazione, le rocce, il mare, e il sole offrono generosamente a chi desidera riscoprire luoghi antichi di antica memoria. Con Salvalarte Sicilia Legambiente del Tirreno ha posto l’attenzione sulla Tonnarella di Sant’Antonino e ( avvalorata dalle pagine del 1853 “ dello storico  Giuseppe Piaggia) ha evidenziato - con la collaborazione dello studioso Carmelo Fulco -  nel contempo    la scoperta sensazionale, di manufatti risalenti  all’epoca romana e ben conservati dal mare e dalle rocce della bellissima Baia; testimonianze  della storia marinara del territorio  che rimarcano  la funzione strategica di Milazzo tra i monti Peloritani e le isole Eolie. Proprio qui durante la manifestazione di  Salvalarte  alla presenza di numerosi partecipanti  è stata ribadita la necessità del recupero e della valorizzazione  di questo sito che unisce memoria e bellezza, storia e natura. Graziella Giorgianni e Daniela Maio  La tonnarella,   risalente al 1400, e funzionante sino al 1946, è stata uno delle sette tonnare di Milazzo ed insieme alla Torre del Palombaro caratterizza  un luogo particolarmente bello e suggestivo dell’estremo lembo del promontorio, dove la roccia rappresenta un libro aperto della storia geologica della penisola del sole e l’osservazione del paesaggio è  una naturale terapia interiore.    In una prima fase della manifestazione  hanno partecipato gli alunni e i docenti  della scuola elementare del Capo; il giorno dopo alla presenza di Gianfranco Zanna dei Beni Culturali di Legambiente Sicilia, hanno partecipato abitanti del Capo e cittadini affascinati dalla cultura e dalla natura del territorio e che hanno invocato la vera valorizzazione del promontorio come riserva naturale, sostenuta dalla Provincia Regionale di Messina, da buona parte della cittadinanza milazzesi, dagli atti inviati del Comune di Milazzo alla Regione Siciliana. Inoltre l’uliveto della Fondazione Lucifero ha ricevuto dall’Assessorato ai BB CC AA  l’importante riconoscimento (01 settembre 2005)  quale elemento fondamentale della bellezza del paesaggio del Capo e quindi tutelato e inserito nell’albo delle piante monumentali della Regione Sicilia.  Adesso l’impegno,  per la realizzazione  della Riserva Naturale Orientata, tocca alla classe politica, mettendo in funzione Agenda 21L con le risorse del territorio che sono le basi dello sviluppo sostenibile.

e-mail:    graziellagiorgianni@alice.it

SU QUESTO SCHERMO: IL MELA DA SALVARE!

>>> continua  tonnara_2