STOMATITI

STOMATITI

La stomatite è un processo infiammatorio, acuto o cronico, che interessa la cavità orale di individui di qualunque fascia di età. Tale infiammazione può essere localizzata in un punto preciso della mucosa orale o interessarla in maniera diffusa e generalizzata. La stomatite può comportare differenti sintomi, tutti localizzati nel cavo orale: gonfiore, arrossamento, ulcere orali (afte), e, in alcuni casi, perdite di sangue. Questi segni sono associati ad una sensazione di dolore, che si manifesta mentre si mangia, si parla oppure ci si lava i denti

Cause di stomatite

Virali: afta semplice, afta epizootica
Micotica: mughetto
Carenziale: carenza di vitamina B12 (glossite di Hunter: lingua rossa, lucida, disepitelizzata).Carenza di Ferro (sindrome di Plummer-Vinson: lingua pallida, atrofica associata ad esofagite
Da farmaci:antibiotici, antiflogistici
Da agenti fisici:protesi dentarie, correnti galvanicheLingua a carta geografica
Lingua a carta geografica:idiopatica, da alcolismo, da allergie, alimentari
stomatite da dismicrobismo, paziente febbrile disidratato, in terapia antibiotica intensivaBatteriche: stomatoglossite stafilococcica, gengivite ulcerativa necrotizzante (infezione di Vincent: da spirochete e bacilli fusiformi si manifesta con sanguinamento, febbre, adenopatia)

La stomatite può in alcuni casi rappresentare il sintomo di patologie più importanti: presenza di malattie infettive (ad esempio scarlattina, tifo, rosolia, morbillo, influenza ecc.), alterazioni ormonali, carenze vitaminiche, disturbi metabolici, intossicazioni e deficit immunitari. I processi flogistici del cavo orale, a seconda della localizzazione prevalente ven gono definiti gengivite, glossite o cheilite. Vanno sempre escluse le neoplasìe del cavo orale, le dermatosi. sistemiche quali pemfigo, pemfigoide, lichen planus, eritema multiforme, allergie a farmaci.

 

 

 

Trattamento

E' indicata un'igiene scrupolosa del cavo orale facendo uso di colluttori qualora lo spazzolino dia luogo a dolore o sanguinamento:
iodio (Iodosan Colluttorio). Pos: venti gocce in un bicchiere d'acqua;
oppure
flurbiprofene (Froben colluttorio). Pos: 2-3 sciacqui con un misurino di col¬luttorio.
1. Stomatiti batteriche (stomatoglossite stafilococcica). Oltre al trattamento igienico locale con colluttori è spesso richiesta una terapia per via generale sulla base delle indicazioni dell'antibiogramma.
2. Ulcere aftose. Singole o multiple, sono piccole (1-2 mm), con centro giallo-grigio ed alone rossastro: flumetasone, cliochinolo (Locorten Gocce per Mucosa Orale). Pos: 2-3 gocce 4 volte al giorno. Alcuni autori consigliano una settimana di trattamento con: prednisone (Deltacortene 25 mg cpr). Pos: 20-60 mg/die per os.
3. Candidosi orale (mughetto): nistatina (Mycostatin sosp orale). Pos: lattanti 8 dosi/die. Adulti e bambini 16-24 dosi al dì per una settimana o più; oppure miconazolo (Micotef Gel Orale). Pos: lattanti: 1/4 di misurino 4 volte al giorno. Bambini ed adulti: 1/2 misurino 3-4 volte al giorno.
4. Stomatiti da farmaci. È indicata la sospensione del farmaco ed il controllo della conta leucocitaria potendo la stomatite essere spia di leucopenia seve¬ra. Nelle stomatiti da antibiotici ed in quelle degli alcolisti è indicata la somministrazione di polivitaminici: complesso vitaminico B (Becozym cpr). Pos: 3-4 cpr /die per 7-10 giorni;
associato a mefolinato di calcio [acido folico] (Prefolic cpr 15 mg). Pos: 1-2 cpr/die. Negli alcolisti comunque è generalmente necessario somministrare anche dosi elevate di tiamina per via im (vedi alla voce Alcolismo).
5. Stomatiti tossico-carenziali. In caso di deficit di B12, cianocobalamina (Dobetin fi 500 e 1.000 ug). Pos: 500-1.000 ug/die im nei primi giorni quindi distanziare le somministrazioni. Nel deficit permanente di vitamina B12 è sufficiente una somministrazione ogni 15 giorni. La stomatite da deficit di ferro viene trattata con terapia marziale (vedi alla voce Anemia sideropenica).
6. Stomatite herpetica. La gengivostomatite herpetica primaria risponde al trattamento con: acyclovir (Zovirax cpr 200 mg). Pos: 200 mg cinque volte al giorno per 7-14 giorni. La reinfezione endogena, sebbene interessi prevalentemente le labbra, può di rado dar luogo anche a stomatiti ricorrenti e può essere trattata il più precocemente possibile con: idoxuridina (Idustatin Pomata 3%). Pos: applicare nella zona della lesione ogi 3-4 ore un piccolo quantitativo di pomata.

7. Gengivite ulcerativa necrotizzante (infezione di Vincent). Oltre alla rimozione delle eventuali cause dentarie ed alla scrupolosa igiene dentaria, è indicato il trattamento penicillinico orale:
amoxicillina (Velamox g 1 cpr). Pos: 1 compressa due volte al giorno.
8.Cheilite angolare: in genere su base carenziale o da micosi, si caratterizza per fissurazioni alle rime buccali come nella foto. Il trattamento, se necessario, è di tipo farmacologico: si somministrano antimicotici e supplementi di vitamine.

indice argomenti sulla visita del paziente