Tonnare e Tonnaredde a Milazzo

Documenti: dal registro delle attività marinare della Tonnara del Tono.

 

Antichi tonnaroti che sulla spiaggia del tono trasportano i tonni alla fabbrica del tonno in scatola, arpionandoli

18 Aprile 1944.

Vento di maestro, mare poco agitato, cielo coperto. Oggi si presenta il seguente personale : N° 50. D’Amico Andrea, Foti Stefano fu Andrea, Dama Giuseppe, Rais Salmeri Tommaso, Salmeri Stefano, V. Rais Volante Francesco, Alioto Stefano, Marinai Currò Antonino, Ullo Giovanni, Ullo Antonino di B., Lo Presti Antonino, Amato Pasquale, Ullo Antonino di E., Sicilia Alfino, Salmeri Stefano fu Gino, Foti Antonino fu Stef., Marchese Salvatore, La Rosa Tindaro di Francesco, Ullo Antonino di Francesco, Patti Stefano, Nania Domenico, Chillemi Tommaso, Germano Francesco,

Uscita in Piano.

Prima di iniziare i lavori si fa la consueta benedizione ai locali, al materiale ed al personale. Dopo la benedizione il personale inizia il lavoro colla revisione delle reti di tonnara perché danneggiata e tolgono diverse pezza di canapa sostituendole con quelle di cocco. Un gruppo di uomini portano dallo stabilimento n° 47 gavitelli grandi, che escono N.5 sommie di coda. Si è smesso di lavorare alle 16,30.

19 aprile, mercoledi.

Oggi si presentano al lavoro n. 12 uomini (seguono i loro nomi). Si rivedono le reti. Interno dell’Isola e Coda. Un gruppo di uomini mettono n. 32 gavitelli grandi stabilendo così n. 200 canne di Coda. Un altro gruppo porta dallo stabilimento al Tono n. 86 gavitelli di cui 82 medi e 4 grandi. Si è smesso di lavorare al solito orario.

20 aprile, giovedì.

Brezza di levante, mare calmo, cielo coperto. Si escono gli ormeggi per preparare il giardinetto. Un gruppo di uomini portano allo stabilimento la culica per essere tinta. Parte della ciurma completa 100 canne di sommi della Coda legandovi n. 17 gavitelli grandi. Si salpa la boa perduta l’anno scorso e si porta allo stabilimento per essere riparata. Dallo stabilimento si portano n. 21 gavitelli medi .

La 'Ngonia del Tono, con la vista della tonnara: qui venivano poste le ancore.

'Ngonia del Tono, vista dalla Manica con la Tonnara sulla sinistra

Canto della pesca

(rivolgendosi al tonno, nel pescarlo, gli uomini intonavano questo canto)

O chi beddi occhiuzzi chi hai
Chi ti ni fai? Chi ti ni fai?
O chi beddi occhiuzzi chi hai,
non mi li dai? Non mi li dai?
No, no, no nun ti li do
Nun ti li do, no, no, no,
picchì me matri non vo!
Me l'hai prumisu e dammili
e dammili e dammili e da!
No no no nun ti li do
nun ti li do no no no
picchì u' me zitu nun vo.

Tonni nello stabilimento della Tonnara del Tono mentre dissanguano

Related link:

Riserva del capo: le piante parte prima
Riserva del capo: le piante parte seconda
Aspetti floro-vegetativi di Capo Milazzo . parte prima
Aspetti floro-vegetativi di Capo Milazzo . parte seconda
Immagini di Mario Crisafulli flora della Riserva di Capo Milazzo
Immagini di Mario Crisafulli flora della Riserva di Capo Milazzo- parte2

Riserva del capo: la fauna, mammiferi

Riserva del capo: Uccelli nidifanti e migratori in estinzione

Riserva del capo: rettili ed amfibi

cfr anche Tonnara 1

tonnara 2

tonnara 3

La Torre del Palombaro

Torre del Palombaro, punto di avvistamento, Capo Milazzo

Sentiero a gradoni verso la Baronia ed il punto di avvistamento panoramico, nei pressi del Faro

Segue lo schema della tonnara del tono che, come si vede nel progetto, è un insieme di reti, di cui una, il pedale, fa da sbarramento per i tonni e li dirige verso la bocca di ingresso, insieme al codardo; quindi un sistema di camere, sempre più strette, dirige i tonni verso la cùlica, cioè l'ultima rete, che tirata sui palischermi, consentiva di afferrare coi rampini i tonni e di issarli a bordo, mentrte echeggiavano le grida di incitazione degli uomini e i loro canti di pesca!

Schema della tonnara del Tono

indice argomenti ambiente Milazzese