Valutazione delle alterazioni ungueali

Valutazione delle alterazioni delle unghie

Patogenesi dell'infezione: il fungo penetra dall'iponichio ed infetta la lamina ungueale (fungo in rosso).

Un'adeguata conoscenza dell'anatomia e della funzione dell'apparato ungueale è essenziale per una corretta esecuzione dell'esame obiettivo dell'unghia. L'ispezione può evidenziare alterazioni locali che possono necessitare di un trattamento, oppure può fornire indizi circa una patologia sistemica sottostante, che può richiedere valutazioni diagnostiche più approfondite. La presenza di un eccesso di materiale cheratinico al di sotto del piatto ungueale, con distribuzione prevalente distale e laterale, deve far sorgere il sospetto di una onicomicosi. La diagnosi di onicomicosi è possibile mediante esame microscopico con idrossido di potassio di materiale ottenuto mediante raschiamento. Se l'esame fornisce un risultato negativo andrebbero condotti un esame colturale o un esame biop-tico dell'unghia. Il riscontro di una massa proliferante, eritematosa e distruttiva a livello del letto ungueale deve indurre ad un'accurata valutazione alla ricerca di un carcinoma a cellule squamose. La melanonichia longitudinale (presenza di bande verticali a livello dell'unghia) va differenziata da un melanoma subungueale; in pazienti di pelle scura quest'ultimo è responsabile del 50% di tutti i melanomi. Creste distrofiche longitudinali ed ematomi subungueali sono condizioni locali attribuibili a traumi. Edema ed eritema delle pliche ungueali prossimali e laterali sono le caratteristiche distintive della paronichia acuta e cronica. L'ippocratismo digitale suggerisce una patologia sistemica sottostante, come cirrosi, broncopneumopatie croniche ostruttive, sprue celiaca. La coilonichia (unghie "a cucchiaio") è comunemente associata ad anemia sideropenica. Le emorragie subungueali "a scheggia" possono preannunciare un'endocardite, anche se sono possibili altre cause. Le linee di Beau possono essere un segno di una grave patologia sottostante, mentre le linee di Muehrcke sono associate a ipoalbuminemia. Una deformazione con unghie "ad artiglio" può essere congenita o acquisita, e si può associare all'assunzione di beta-bloccanti, psoriasi, onicomicosi, tumori dell'apparato ungueale, lupus eritematoso sistemico, malattia di Kawasaki, neoplasie sistemiche.

 

Unghia affetta da micosi: deformata, opaca, giallastra, con striatureUn'accurata ispezione delle unghie delle dita delle mani e dei piedi può evidenziare alrerazioni locali che necessitano di un trattamento, o può fornire indizi circa patologie sistemiche sottostanti che richiedono una valutazione diagnostica più approfondita. Per quanto riguarda la normale anatomia dell'unghia, la matrice dell'unghia, localizzata a livello del letto ungueale prossimale, crea il piatto ungueale duro e cheratinico. La matrice distale dell'unghia è responsabile della deposizione degli strati più profondi del piatto ungueale, mentre la matrice ungueale prossimale crea gli strati superficiali. Le alterazioni delle unghie, pertanto, riflettono la localizzazione delle alterazioni a livello della matrice ungueale. Un'alterazione prossimale della matrice ungueale può causare una "punteggiatura" ungueale superficiale (pitting), mentre alterazioni distali della matrice possono determinare delle creste ungueali più profonde. L'unghia è connessa alla cute sottostante, prossimalmente dall'eponichio, distalmente dal legamento anteriore e dalla plica ungueale distale, e lateralmente dalle pliche ungueali laterali. Interruzioni dell'attacco del piatto ungueale alla cute sottostante predispongono il paziente allo sviluppo di infezioni localizzate. Dal momento che le unghie crescono lentamente (occorrono 6 mesi per la sostituzione completa delle unghie delle dita della mano, e 12-18 mesi per la sostituzione delle unghie delle dita del piede), un'alterazione del piatto ungueale può essere il risultato di una patologia sviluppatasi diversi mesi prima.  Altra affezione molto comune nella pratica medica è la cosiddetta "unghia incarnita", dovuta ad una crescita in modo abnorme nella cute adiacente il letto ungueale.  La sede più spesso colpita è l'alluce, specie nei militari che usano scarpe pesanti, dette “anfibie”; tuttavia questo disturbo può interessare anche se raramente tutte le altre dita del piede. In genere le unghie incarnite sono provocate da un taglio sbagliato delle unghie. Il modo migliore per tagliarle è non smussarne il bordo nella «zona pericolosa», cioè si taglia l’unghia lasciando una punta spigolosa che cresce di lato, sotto la cute.

Alterazioni delle unghie associate a condizioni patologiche focali

Alterazione dell'unghiaEziologia

Trattamento

Unghie distroficheManipolazioni ripetute delle unghie (mani­cure/pedicure), abitudine a mangiare le unghie, sfregamento delle unghie)Interrompere la manipolazione
LeuconichiaVariante normaleNessun trattamento
Melanonichia longitudinale (bande verticali)Variante normale. Melanoma subunguealemelanonichiaNessun trattamento se la condizione è idiopatica; trattamento della condizione sottostante; biopsia se si sospetta un melanoma
Onicomicosi<

Infezioni con lieviti, funghi, o muffe non-dermatofitiche

Terbinafina orale, itraconazoleper via orale,fluconazole per via orale
Paronichia

Acuta

Batteri aerobi: Staphylococcus aureus, Streptococcus pyogenes. Batteri anaerobi: Bacteroides, Fusobacterium nucleatum, cocchi Gram-positiviImpacchi caldi, antibiotici topici, corticosteroidi topici, drenaggio chirurgico (in presenza di un ascesso) paronichia
CronicaImmunodepressione (es. infezione con il virus dell'immunodeficienza umana, diabete mellito) aumenta il rischio. Carcinoma a cellule squamose. Melanoma malignoEvitare sostanze irritanti, trattamento della condizione sottostante, antifungini topici ad ampio spettro per le sovrainfezioni, biopsia se si sospetta una neoplasia maligna
Con sovrainfezione da Pseudomonas

Traumi minori ripetuti in condizioni ambientali di umidità cronica; rischio più elevato in baristi, lavapiatti, soggetti che si mangiano abitualmente le unghie

Neomicina topica
Carcinoma a cellule squamoseFrequenti errori diagnostici con lesioni verrucose, onicomicosi, melanomi amelanoticiChirurgia di Mohs, possibile l'amputazione del dito interessato
Ematoma subungueale

TraumiPerforazione dell'unghia per ridurre la pressione, possibile la rimozione dell'unghia ematoma subungueale
Patologie ungueali

indice di dermatologia