--> Eruzione papulare: classificazioni

Eruzione papulare: classificazioni  

 

 appunti del dott. Claudio Italiano           

cfr la parte prima papule:eziologia ed anamnesi

 

Esempio di pelle grassa con erusione acneica pustolosa sulle guanceCause mediche

- Acne vulgaris. In questa patologia, si formano i comedoni che rompendosi generano la formazione di papule  infiammate e a volte dolorose e pruriginose, pustole, noduli o cisti sul volto e a volte su spalle, torace e dorso.

-Dermatite (periorale). Questa malattia infiammatoria causa un'eruzione eritematosa di piccole, discrete papule e pustole del solco nasolabiale, mento e labbro superiore. Le lesioni possono essere pruriginose e dolorose.

-Dermatomiosite.

La dermatomiosite è una malattia a patogenesi autoimmune caratterizzata da doppia sintomatologia: cutanea e muscolare. Le papule di Gottron, sono lesioni piatte di colore viola, sul dorso delle articolazioni delle dita, sono patognomoniche di questo disturbo, come le discromie lilla scuro del tessuto periorbitale e dei margini palpebrali (edema eliotropo). Questi segni possono essere associati ad un' eruzione maculare eritematosa transitoria, con una distribuzione malare sul volto e talvolta su cuoio capelluto, fronte, collo, parte superiore del tronco e braccia.

Tale eruzione può essere preceduta da dolori muscolari simmetrici e debolezza del cingolo pelvico, delle estremità superiori, spalle, collo e infine del volto. Alterazioni cutanee sono costituite da eritema violaceo accompagnato de edema duro e non c’è il segno della fovea (cfr scompenso) in particolare a livello del volto, palpebre e collo e da petecchie a livello dell'eponichio. La malattie colpisce anche i muscoli striati con sola dolenzia e poi con impotenza funzionale ingravescente.  Presenta una maggiore incidenza di alcune neoplasie viscerali (carcinoma polmonare o cancro gastrico nell'uomo, utero-ovarica nella donna).

  Eritema cronico migrante da puntura di zecca - M. di Lyme-Eritema cronico migrante. Trasmessa attraverso una puntura di zecca, questa rara malattia sistemica è caratterizzata da un'eruzione papulare o maculare che inizia con una singola lesione (in genere sulle gambe) che si estende ai margini mentre scompare centralmente. L ‘eruzione in genere appare su cosce,

tronco o parte superiore delle braccia ed è il segno classico precoce della malattia di Lyme.

- Alopecia mucinosa. In questa patologia cutanea, papule perifollicolari o placche sono associate ad alopecia prominente.

o Malattia di Fox-Fordyce. Questa malattia cronica è caratterizzata da papule pruriginose su ascelle, area del pube e areole associate aGranuloma anulare infiammazione delle ghiandole sudoripare apocrine.

-Gonococcemia. In questa MST cronica, è caratteristica la comparsa improvvisa di un'eruzione maculare eritematosa, sebbene possano comparire fistole e petecchie. L’eruzione colpisce solitamente le estremità distali (palmi e piante) e diventa rapidamente maculopapulare, vescicolopustolosa e spesso emorragica.

Si possono formare bolle. La lesione matura è sopraelevata, con centro necrotico grigio ed è circondata da eritema: guarisce in 3-4 giorni. Le eruzioni sono spesso associate a febbre e dolore alle articolazioni.

 

 

 

- Granuloma anulare. Questa malattia cronica benigna provoca papule che di solito si fondono per formare placche. Le papule si diffondono perifericamente in modo tale da formare un anello con un centro normale o leggermente depresso. Solitamente si localizzano su piedi, gambe, mani o dita e possono essere  pruriginose o asintomatiche.

-Infezione da virus dell'immunodeficienza umana (HIV). L’ infezione acuta da retrovirus dell'HIV provoca olitamente un'eruzione maculopapulare generalizzata. Altri sintomi comprendono febbre, malessere, mal di gola e cefalea. Possono anche essere presenti linfadenopatia ed epatosplenomegalia. La maggior parte dei pazienti non ricorda questi sintomi d'infezione acuta.

Papula da puntura insetto con alone intorno. -Punture d'insetto. Il veleno da punture d'insetto soprattutto zecche, pidocchi, mosche e zanzare, può provocare una reazione allergica associata a eruzioni papulari, maculari oppure petecchiali. L’ eruzione è di solito associata a segni e sintomi aspecifici, quali febbre, mialgie, cefalea, linfoadenopatia, nausea e vomito.

- Sarcoma di Kaposi. Questa neoplasia è caratterizzata da papule o macule violacee o blu su estremità, orecchie e naso. Queste lesioni siLesione tipica del sarcoma di Kaposi riducono di grandezza con una forte pressione per poi tornare alle dimensioni originali in l0- I 5 secondi. Possono diventare squamose e possono ulcerarsi provocando

sanguinamento. Due varianti, classica e acuta generalizzata, colpiscono gli anziani e i pazienti con sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS).

-Lebbra. Questa malattia infettiva cronica provoca diverse lesioni cutanee. Le lesioni papulari o maculari precoci sono eritematose, ipopigmentate e simmetriche (nella lebbra lepromatosa) oppure asimmetriche (nella lebbra tubercoloide).

Le lesioni possono diffondersi sull'intera superficie cutanea. In un secondo tempo, si formano placche e noduli, specialmente a carico dei lobi delle orecchie,  del naso,  delle sopracciglia e della fronte. Reperti associati sono ipoestesia o anestesia, anidrosi, cute secca e squamosa nelle aree affètte, nervi periferici ingrossati, palpabili con grave nevralgia, atrofia muscolare e contratture.

Eruzione da lichen planus- Lichen planus. Papule discrete, piatte, spigolose o poligonali, violette, spesso marcate da linee o macchie bianche, sono caratteristiche di questa malattia. Le papule possono essere lineari o convergere in placche e solitamente compaiono su regione lombare, genitali, caviglie, regione anteriore della tibia e polsi.

Le lesioni di solito si manifestano prima sulla mucosa buccale come una rete di papule filiformi o placche bianche o grigie. Spesso è presente anche prurito, deformità delle unghie e alopecia atrofica.

-Mononucleosi (infettiva). Un' eruzione maculopapulosa che ricorda la rosolia è un segno precoce di questa infezione nel 10% dei pazienti. L ‘eruzione è solitamente preceduta da cefalea, malessere e affaticamento.

Questa può essere associata a faringodinia, linfoadenopatia cervicale e rialzo termico oscillante con picchi serali da 38,3 fino a 38,9 C. Possono comparire splenomegalia ed epatomegalia.

-Micosi fungoide. Il primo stadio (premicotico) di questo raro linfoma T cutaneo è caratterizzato da eruzione di macule eritematose pruriginose su tronco ed estremità. Nel secondo stadio, queste lesioni convergono in papule pruriginose e placche e i linfonodi diventano irregolari. Nel terzo stadio si evidenziano tumori grandi, irregolari, da marroni a rossastri che si ulcerano e sono dolorosi e

pruriginosi.

-Vasculite necrotizzante. In questa malattia sistemica, sono ricorrenti grappoli di papule di colore porpora, altrimenti asintomatiche. In alcuni pazienti, sono anche presenti febbre moderata, cefalea, mialgie, artralgie e dolore addominale.

-Parapsoriasi (cronica). Questa malattia assomiglia alla psoriasi e provoca papule asintomatiche di piccola, media taglia con una squama sottile e aderente, soprattutto su tronco, mani e piedi.

-Pitiriasi rosea. Questo disturbo inizia con una " chiazza araldica" eritematosa, una lesione lievemente sollevata. ovale con diametro di circa2-6 cm che può comparire in qualunque parte del corpo. Pochi giorni o qualche settimana dopo, compaiono chiazze eritematose, dal giallo al bruno con bordi squamosi, su

tronco, braccia e gambe; spesso I'eruzione si sviluppa lungo le linee di tensione in una caratteristica forma ad "albero di pino". Queste chiazze pruriginose hanno un diametro di circa 0,5-l cm e di solito migliorano con I' esposizione della cute.

-Pitiriasi rubra pilare. Questa rara malattia cronica provoca inizialmente una seborrea desquamante

del cuoio capelluto che si estende al volto e alle orecchie. Poi si sviluppano chiazze rosse squamose su palmi e piante: queste chiazze si ispessiscono, diventano cheratosi che e si possono formare ragadi dolorose. In seguito, papule follicolari compaiono su mano e avambraccio, poi si diffondono su vaste aree del tronco, collo ed estremità. Queste papule convergono in grosse placche eritematose e squamose. Possono comparire unghie striate.

- Eruzione polimorfa da luce. Anomale reazioni alla luce possono causare eruzioni papulari, vescicolari o nodulari nelle aree esposte al sole. Altri sintomi possono includere prurito, cefalea e malessere.

Psoriasi- Psoriasi. Questa malattia cronica ricorrente inizia con piccole papule eritematose su cuoio capelluto, torace, gomiti, ginocchia, schiena, natiche e genitali. Queste papule sono talvolta pruriginose e dolorose. A volte si allargano e confluiscono formando placche squamose rialzate rosse coperte da caratteristiche

squame color argento, tranne che nelle zone umide come i genitali. Le squame possono facilmente

staccarsi o si ispessiscono, coprendo la placca. Caratteristiche associate includono unghie bucherellate e artralgie.

-Febbre da morso di ratto. Un'eruzione maculopapulare o petecchiale compare sui palmi e sulle piante, molte settimane dopo un morso di roditore infetto. Altri reperti comprendono solitamente dolore, eritema

tumefazione nella sede del morso. Linfonodi regionali ingrossati e dolenti, febbre con brividi, malessere generale, cefalea, mialgie.

- Rosacea. Questa patologia iperemica è c aratterizzata da eritema persistente, teIeangectasie ed eruzione ricorrente di papule e pustole su fronte, aree malari, naso e mento. Alla fine, le eruzioni ricorrono più frequentemente e I'eritema diventa più scuro. Nei casi gravi può comparire rinofima.

- Sarcoidosi. Questa patologia granulomatosa multisistemica può produrre grappoli di papule piccole, eritematose o color giallo-marrone intorno agli occhi e alla bocca, sul naso, sulla mucosa nasale e sul dorso.

- Cheratosi seborroica. In questa malattia cutanea, tumori benigni della cute iniziano come piccole papule giallo-marrone, su torace, schiena o addome che infine s'ingrossano  e diventano intensamente pigmentate.

- Sifilide. Una discreta eruzione, mucocutanea, di colorito marrone-rossastro con linfoadenopatia

Generalizzata,  annuncia I'esordio della sifilide secondaria. L'eruzione può essere papulare, maculare, pustolosa o nodulare. Si sviluppa solitamente tra le pliche adipose, sul tronco e su braccia, palmi, piante, viso e cuoio capelluto. Le lesioni nelle zone calde e umide si allargano e si ulcerano, producendo

condilomi piani altamente contagiosi, rosa o grigiastri. Inoltre, il paziente può manifestare cefalea moderata, malessere, anoressia, calo ponderale, nausea e vomito, mal di gola, febbricola, alopecia transitoria, unghie fragili e

hucherellate.

Lupus eritematoso sistemico- Lupus eritematoso sistemico (LES.). Questa malattia è caratteizzata da un "eritema a farfalla" di maculopapule eritematose o placche discoidi che compare sulla regione malare da una parte all'altra del naso e delle guance. Eruzioni simili possono comparire ovunque, specialmente sulle aree esposte del

corpo.

 

Altre cause

-Farmaci. Le eruzioni maculo papulari transitorie, in genere del tronco, possono essere associate a reazioni da molti farmaci,  compresi  antibiotici, come tetracicline, ampicillina, cefalosporine e sulfamidici, benzodiazepine, come il diazepam,litio, fènilbutazone, Sali d'oro, allopurinolo, isoniazide e i salicilati.

 

0sservazioni pediatriche.

Le cause frequenti di eruzioni papulari nel bambino sono le malattie infettive, come il mollusco contagioso e la scarlattina, la scabbia, le punture d'insetto, le allergie e la reazione ai farmaci e la miliaria, che si sviluppa in tre forme, in base alla profondità dell'interessamento delle ghiandole sudoripare. 

Osservazioni geriatriche

Negli anziani degenti, il primo segno di ulcera da decubito è spesso una zona eritematosa, talvolta con papule dure. Se queste lesioni non sono correttamente curate, progrediscono fino a diventare ulcere profonde e possono condurre alla morte.

Consigli per il paziente

Suggerire al paziente di mantenere la cute pulita e asciutta, di indossare abiti ampi, non irritanti e di evitare di grattare I'eruzione. Chiedere di riferire immediatamente qualsiasi cambiamento di colore, dimensioni o aspetto dell'eruzione così come I'insorgenza di prurito o emorragia. Dire anche di evitare I'eccessiva esposizione alla luce diretta e di applicare una protezione solare protettiva prima di uscire.  Escludere  malattie croniche (quali LES, psoriasi o sarcoidosi) sulla tipica eruzione cutanea che si può sviluppare.

indice di dermatologia