La stipsi, cause eziopatogenetiche

La stipsi: le cause

 

appunti del dott. Claudio Italiano

Definizione


Si definisce come "stipsi" la presenza di almeno due dei seguenti parametri, presenti da almeno 12 mesi, senza uso di lassativi:
 - numero di evacuazioni inferiore a 3 per settimana;
- sforzo durante almeno il 25 % delle evacuazioni;
- sensazione di incompleto svuotamento dopo almeno il 25 % delle
evacuazioni;
- emissione di feci dure o caprine in almeno il 25% delle evacuazioni.
Si considerano parametri sufficienti:
- numero di evacuazioni inferiore a 2 per settimana senza uso di lassativi; - sforzo evacuativo in almeno il 25 % delle evacuazioni.
 Epidemiologia 
Ne sono affetti il 10-15% della popolazione dei Paesi Occidentali e, specialmente, la popolazione anziana oltre i 65 anni d’età, dove la percentuale sale al 20-40%, con rapporto M:F =2:1 in età pediatrica, mentre successivamente sono le donne più affette, rispetto agli uomini.
 In particolare:
· donne più stitiche dell’uomo 2:1
· aumenta con l’età
· >50% degli anziani usa lassativi per riduzione dell’attività motoria, allettamento, aumentata attenzione all’evacuazione, farmaci e sedativi
 

 


CLASSIFICAZIONE EZIOPATOGENETICA DELLA STIPSI


STIPSI IDIOPATICA O PRIMITIVA

• Semplice
• Sindrome dell'intestino irritabile
• Inertia coli
• Alterato meccanismo della defecazione (outlet obstruction)
• Gravidanza

STIPSI SECONDARIA

a. PATOLOGIA GASTROINTESTINALE

l. stomaco - duodeno - ileo
· Ipotonia o ipocinesia gastrica
· Alterato riflesso gastro-duodeno-colico
· Stenosi peptica
· Ulcera duodenale (spasmo colico riflesso)
· Fibrosi cistica
· Morbo-celiaco

2. colon

· Cause extraluminali:
· Cisti ovariche
· Fibromi uterini
· Ernie
· Volvoli
· Tumori pelvici estrinseci
· Briglie aderenziali
· Anomalo decorso dei vasi mesenterici

Cause intraluminali


-Fecalomi
Carcinomi
-Invaginazioni
-Intussuscezioni
-Retto colite ulcerosa

-Stenosi
- TBC
- Lue
-Morbo di Crohn
- Linfogranuloma venereo
- Sequele di colite ischemica

Amebiasi cronica
- Diverticolite cronica

- Sequele di interventi chirurgici
- Clisteri corrosivi

3. retto

 · Ulcera solitaria
· Rettocele
· Fecalomi
· Proctite ulcerosa
· Prolasso rettale della mucosa anteriore
- completo
- Stenosi - TBC
- lue
- linfogranuloma venereo
- clisteri corrosivi
- interventi chirurgici
 
· Fistole

4. Ano

- Infezioni
- Emorroidi
- Ragadi
- Ascessi
- fistole perianali
- Stenosi (stenosi anale congenita)
-Criptopapilliti
- Ano ectopico
- Tumori
-  

b. CAUSE NEUROGENE INTESTINALI

- Malattia di Hirschsprung (aganglionosi)
- Iperganglionosi Ipoganglionosi
- Ganglioneuromatosi: - primaria
- Malattia di Von Recklinghausen
- Megaretto idiopatico
- Megacolon idiopatico
- Malattia di Chagas
 
• Pseudostruzione intestinale

ANOMALIE DEL MIDOLLO SPINALE

• Trauma dei nervi erigendi
Tumore della cauda equina
 Meningocele:
- anteriore
- - posteriore
• Distruzione del midollo lombo-sacrale
• Tabe dorsale
• Paraplegia
• Sclerosi multipla
• Neuropatia autonoma
 - primaria
- paraneoplastica
 

d. ANOMALIE DEL SNC

• Morbo di Parkinson
• Tumori
• Sindrome di Shy Drager
• Malattie vascolari
• Lesioni della corteccia
 

e. ALTERAZIONI PSICHIATRICHE


• Depressione
• Psicosi croniche
• Anoressia nervosa
• Abuso di lassativi
• Negazione dello stimolo
• Schizofrenia
• Stati di ipervagotonia con aumentata attività segmentante

f. PATOLOGIE MUSCOLARI

 • Distrofia miotonica
• Dermatomiosite
• Polimiosite 

g. MALATTIE DEL CONNETTIVO


Sclerodermia
 LES

h. CAUSE ENDOCRINE E METABOLICHE


Ipotiroidismo
• lpercalcemia
- iperparatiroidismo
- sindrome da alcali e latte
- carcinomatosi
Diabete (neuropatia autonomica)
• MEN II b
• Endometriosì
• Feocromocitoma
• Panipopituitarismo
• Glucagonoma
• Porfiria acuta intermittente
• Ipopotassiemia
• Uremia
• Amiloidosi primaria sporadica
-Amiloidosi di tipo I (portoghese) - di tipo Il (indiana)
- Disidratazione
- Cachessia
- Deficit vitaminici
- Mestruazioni

- INTOSSICAZIONE

DA:


Arsenico
Mercurio
Fosforo
Piombo

PUERPERIO

INSUFFICIENZA CARDIACA CRONICA


STIPSI IATROGENA


Analgesici
Anestetici
Antiacidi (idrossido di alluminio, carbonato di calcio)
Anticolinergici (belladonna e derivati)
Anticonvulsivanti (fentoina) Antiipertensivi (calcio antagonisti,diuretici e vasodilatatori)

Antiparkinson (L-DOPA) Bismuto Citotossici (methotrexate, 5-fluorouracile, cisplatino)

Contraccettivi orali
Ematinici (solfato ferroso)
Ganglioplegici
Miorilassanti (tiocolchicoside)
Oppiacei (morfina, codeina e derivati)
Resine a scambio ionico (colestiramina)
Sedativi e psicotropi (antidepressivi triciclici, IMAO, barbiturici, benzodiazepine, fenotiazine)
Solfato di bario Sucralfato

 


vedi anche  l'indice di gastroenterologia

 


Per approfondire il tema della stipsi
La ragade anale
La stitichezza: come si determina e come curarla.
La defecazione e la stipsi - fisiologia

L'occlusione intestinale

La sindrome del colon irritabile stipsi
La cura della stitichezza

La stitichezza nel bambino

La giusta cura della stipsi con macrogol