LESHAN          

        

Anticamente chiamata Jiading o Jiazhou, fu fondata circa 1300 anni fa alla confluenza fra il fiume Min e il fiume Dadu. E' anche un nodo di raccordo fra il traffico fluviale e quello terrestre lungo la via per il Sichuan meridionale.

Localitą di rilievo

Lingyun e Wulong

I punti pił pittoreschi di Leshan si trovano a Lingyun (Collina dei Cirri) e a Wulong (Collina del Drago Nero) che, al di lą di un ruscello, dominano la cittą.

Sulla collina di Lingyun si erge, alta 70 m e scolpita in una roccia prospicente tre fiumi, un'enorme statua del Buddha, in posizione seduta e fiancheggiata da due sentinelle. A sinistra un sentiero sinuoso si snoda dalla sommitą della testa del Buddha fino ai suoi piedi.La leggenda narra che il monaco Hai Tong del Monastero di Lingyou, stanco di assistere a tanti naufragi nel fiume, cominciņ a lavorare a questo Buddha allo scopo di domare le acque e garantire la sicurezza ai naviganti. 

Fu completato nel primo anno (713) del regno di Kaiyuan della dinastia Tang dopo nove anni di lavoro. Oltre a essere una grande opera d'arte, la scultura presenta la particolare caratteristica tecnica di invisibili canali di scolo per impedire gli effetti dell'esposizione alle intemperie.
A sud-est di Lingyun si eleva, in splendida solitudine, la collina di Wulong, circondata dalle acque e coperta di bambł e altri alberi. Vi sorge il Monastero di Wulong, eretto sotto la dinastia Tang: qui č stato creato un piccolo museo di dipinti, opere calligrafiche, libri canonici buddhisti di varie epoche e iscrizioni in pietra di Su Dongpo, famoso uomo di lettere della dinastia Song.

 

Torna alle Cittą della Cina

 Torna alla  CINA