LUOYANG 

        

Posta nella parte nord-ovest della provincia. Capitale di 6 delle più antiche dinastie imperiali (Zhou, Han, Wei, Jin, Sui, Tang). Sotto gli Yuan, i Ming e i Qing fu capoluogo di provincia. La sua Biblioteca era una delle più ricche dell'impero. Centro per la produzione di macchine agricole.

D'interesse turistico sono:

- il Baimasi (Tempio del Cavallo bianco): si trova a 13 Km dalla città, eretto nel I sec. a.C., sotto la dinastia Han. È un centro del buddhismo cinese, anzi è il 1° tempio buddhista edificato in Cina. Il nome del tempio deriva dal cavallo bianco usato dal monaco buddhista per portare in Cina i sutra indiani; a ricordo del fatto sono stati posti accanto all'lngresso due cavalli in pietra. Ha le "Sale dei custodi celesti e degli antenati" e una svariata produzione statuaria tipicamente buddhista. Qui si trovano pure le tombe dei due monaci letterati buddhisti Xuan Zang e Yi Jing. Ad est deI tempio vi è la Qigongta, una interessante pagoda;

- le Grotte buddhiste di Longmen (Porta del drago): si trovano a una quindicina di chilometri dalla città. Iniziate sotto la dinastia Wei del nord, sul modello di quelle di Yungang nello Shanxi, proseguite sotto i Wei dell'est e dell'ovest, i Zhou del nord, i Sui e i Tang. Costituiscono un complesso di templi rupestri dedicati al culto degli antenati con 1352 grotte, 750 nicchie, 40 pagode, 97.305 statue di Buddha (la più piccola è alta 2 cm e la più grande 17,14 m) e di personaggi buddhisti e 3508 iscrizioni.

Le principali grotte sono: Qianqisi, Bingyang del nord (che riceve il sole), Bingyang del centro, una delle più ricche come statuaria e decorazione, Bingyang del sud, Wanfodong (dei 10.000 Buddha), Lianhuadong (del fiore di Ioto), Fengxiansi, la più grande di tutte, con un Buddha alto 17 m, Guyang, una delle più antiche e più belle, Shikusi con pregevoli scene di adorazíone. Tutte le grotte di Longmen conservano statue di Buddha, dei suoi discepoli, scolpite in vari modi e dimensioni.

Tempio Guan Lin. Si dice vi sia stato sepolto il generale Guan Yu, vissuto nel periodo dei Tre Regni, successivamente divinizzato e venerato come dio della guerra. 

Il tempio, preceduto da un lungo viale adornato da sculture rappresentanti piccoli leoni, è composto da 3 sale. Tutta la struttura è di epoca Ming e Qing. SuI lato del tempio vi è un locale in cui sono riposti sarcofagi e statue di pietra scolpite in diverse epoche e ritrovate a Luoyang. Nel parco intorno vi sono più di 1000 cipressi.- i Mangshan: monti a nord della città. Considerati come iI Iuogo migliore per la sepoltura. Un proverbio cinese dice che bisogna nascere e vivere a Suzhou e Hangzhou ma essere sepolti sui Mangshan;

- il Museo: allestito nell'antico Tempio di Guandi (eroe deI periodo dei Tre Regni). Conserva gli oggetti ritrovati nei vari scavi archeologici;

- il Wang Cheng: un parco dove alI'inizio del nuovo anno cinese si organizza una mostra di lanterne;

 

Torna alle Città della Cina

 Torna alla  CINA