Il  DIO  EBRAICO

 

L'uomo non pu percepire la reale essenza della Divinit, come viene detto nell'Esodo 33:20 Un uomo non pu vedermi e vivere; Dio conoscibile soltanto dalle Sue opere e dai suoi attributi, le Sue middt.

I primi tre nomi divini nel Tanach sono Elohm (Dio), Havayh (Eterno, espressione utilizzata per evitare di scrivere o pronunciare il Tetragramma) e Adoni (Signore, Padrone).

Il nome divino Elohm sottolinea il ruolo di Dio come creatore del mondo; semanticamente denota onnipotenza, la fonte eterna di energia creatrice. Tale nome non indica tuttavia un legame diretto di Dio con la creazione, e compare come Sua unica denominazione nel primo capitolo della Genesi.

Il nome Havayh, costituito dalle quattro lettere yod-heh-vav-heh (il Tetragramma), si collega invece alla stessa essenza divina, l'Essere, e viene pronunciato dal Gran Sacerdote solamente nel giorno i Kippur; anche definito il Nome ineffabile, in quanto proibito pronunciarlo in circostanze estranee alla procedura rituale. Havayh denota l'Essere eterno, la pi pura essenza di Dio costituendo l'abbreviazione dell'espressione hayh, hovh veyiheyh (fu, e sar), che afferma come la Sua esistenza comprenda insieme passato remoto, presente e futuro infinito.

Il nome Adoni comprende i significati di signore e padrone afferma che Dio il signore di tutto il creato.

 

Torna all' EBRAISMO