Le Sure Coraniche

Si riporta l'elenco delle sure coraniche: 

  1. Al-Ftiha (L'Aprente)
  2. Al-Baqara (La Giovenca)
  3. Al-'Imrn (La famiglia di Imran)
  4. An-Nis' (Le Donne)
  5. M'ida (La tavola imbandita)
  6. Al-An'm (Il bestiame)
  7. Al-A'rf
  8. Al-'Anfl (Il bottino)
  9. At-Tawba (Il pentimento o la disapprovazione)
  10. Ynus (Giona)
  11. Hd
  12. Ysuf (Giuseppe)
  13. Ar-Ra'd (Il Tuono)
  14. Ibrhm (Abramo)
  15. Al-Hijr
  16. An-Nahl (Le api)
  17. Al-Isr' (Il viaggio notturno)
  18. Al-Kahf (La caverna)
  19. Maryam (Maria)
  20. T-H
  21. Al-Anbiy (I profeti)
  22. Al-Hajj (Il pellegrinaggio)
  23. Al Mu'minn (I credenti)
  24. An-Nr (La luce)
  25. Al-Furqn (Il discrimine)
  26. Ash-Shu'ar (I poeti)
  27. An-Naml (Le Formiche)
  28. Al-Qasas (Il Racconto)
  29. Al-'Ankabut (Il Ragno)
  30. Ar-Rum (I Romani)
  31. Luqman
  32. As-Sajda (La Prosternazione)
  33. Al-Ahzab (I Coalizzati)
  34. Saba'
  35. Fatir (II Creatore)
  36. Ya Sin
  37. As-Saffat (I Ranghi)
  38. Sad
  39. Az-Zumar (I Gruppi)
  40. Al-Ghafir (II Perdonatore)
  41. Fussilat (Esposti chiaramente)
  42. Ash-Shura (La Consultazione)
  43. Az-Zukhruf (Gli Omamenti d'Oro)
  44. Ad-Dukhan (II Fumo)
  45. Al-Jathiya (La Genuflessa)
  46. Al-'Ahqaf
  47. Muhammad
  48. Al-Fath (La Vittoria)
  49. Al Hujurat (Le Stanze Intime)
  50. Qaf
  51. Adh-Dhariyat (Quelle che spargono)
  52. At-Tur (II Monte)
  53. An:Najm (La Stella)
  54. Al-Qamar (La Luna)
  55. Ar-Rahman (II Compassionevole)
  56. Al-Waqi'a (L'Evento)
  57. Al-Hadid (II Ferro)
  58. Al-Mujadala (La Disputante)
  59. AI-Hashr (L'Esodo)
  60. Al-Mumtahana (L'Esaminata)
  61. As-Saff (I Ranghi Serrati)
  62. Al-Juma'a (II Venerdi')
  63. Al-Munafiqun (Gli Ipocriti)
  64. At-Taghabun (II Reciproco Inganno)
  65. At-Talaq (II Divonio)
  66. At-Tahrim (L'lnterdizione)
  67. Al-Mulk (La Sovranit)
  68. Al-Qalam (II Calamo)
  69. Al-Haqqah (L'lnevitabile)
  70. Al-Ma'arij (Le vie dell'Ascesa)
  71. Nuh (No)
  72. Al-Jinn (I Demoni)
  73. Al-Muzzammil (L'Avvolto)
  74. Al-Muddaththir (L'Avvolto nel Mantello)
  75. Al-Qiyama (La Resurrezione)
  76. Al-Insan (L'Uomo)
  77. Al-Mursalat (Le Inviate)
  78. An-Naba' (L'Annuncio)
  79. An-Nazi'at (Le Strappanti Violente)
  80. 'Abasa (Si Accigli)
  81. At-Takwir (L'Oscuramento)
  82. Al-Infitar (Lo Squarciarsi)
  83. Al-Mutaffifin (I Frodatori)
  84. Al-Inshiqaq (La Fenditura)
  85. Al-Buruj (Le Costellazioni)
  86. At-Tariq (L'Astro Notturno)
  87. Al-A'la (L'Altissimo)
  88. Al-Ghashiya (L'Avvolgente)
  89. Al-Fajr (L'Alba)
  90. Al-Balad (La Contrada)
  91. Ash-Shams (II Sole)
  92. Al-Layl (La Notte)
  93. Ad-Duha (La Luce del Mattino)
  94. Ash-Sharh (L'Apertura)
  95. At-Tin (II Fico)
  96. Al-'Alaq (L'Aderenza)
  97. Al-Qadr (II Destino)
  98. Al-Bayyina (La Prova)
  99. Az-Zalzalah (II Terremoto)
  100. Al-'Adiyat (Le Scalpitanti)
  101. Al-Qari'ah (La Percotente)
  102. At-Takathur (II Rivaleggiare)
  103. Al-'Asr (II Tempo)
  104. Al-Humaza (II Diffamatore)
  105. AI-Fil (L'Elefante)
  106. Quraysh (I Coreisciti)
  107. Al-Ma'un (L'Utensile)
  108. Al-Kawthar (L'abbondanza)
  109. Al-Kafirun (I Miscredenti)
  110. An-Nasr (L'Ausilio)
  111. Al-Masad (Le Fibre di Palma)
  112. Al-Ikhlas (II Puro Monoteismo) 
  113. Al-Falaq (L'Alba Nascente) 
  114. An-Nas (Gli Uomini) 

 

 

Ecco, ad esempio, la I Sura ....

Al-Ftiha

(L'Aprente)1

Pre-Hegira *, n. 5 , di 7 versetti

1 In nome di Allah , il Compassionevole, il Misericordioso2.

2 La lode [appartiene] ad Allah 3, Signore dei mondi4,

3 il Compassionevole, il Misericordioso,

4 Re del Giorno del Giudizio 5.

5 Te noi adoriamo e a Te chiediamo aiuto6.

6 Guidaci sulla retta via7,

7 la via di coloro che hai colmato di grazia8 , non di coloro che [sono incorsi] nella [Tua] ira , n degli sviati.

Nella recitazione liturgica si aggiunge : "Amin".

---------------

1 -Secondo la grande maggioranza dei commentatori questa sura, fu rivelata alla Mecca . Essa nota anche come "as-sab'u-l-mathni" ( i sette ripetuti) con riferimento ai suoi sette versetti la recitazione dei quali obbligatoria nell'assolvimento dell'adorazione rituale( vedi Appendice 1).

La Ftiha l'invocazione ad Allah (gloria a Lui l'Altissimo) pi nota e sentita. Recitando la prima parte di essa (vv.1-5) il devoto testimonia la sua fede nell'Unit di Allah (tawhid) qualificandoLo con i Suoi attributi pi belli, riconosce la Sua assoluta autorit su questo mondo e sull'Altro, Lo identifica come l'Unico destinatario dell'adorazione e della richiesta di aiuto. Nella seconda parte (vv. 6-7) il musulmano rivolge un accorato appello al suo Signore (gloria a Lui l'Altissimo) affinch lo guidi sulla retta via e lo allontani dalla Sua disapprovazione e da ogni smarrimento.

Ab Hurayra (che Allah sia soddisfatto di lui ) rifer che l'Inviato di Allah (pace e benedizioni su di lui) disse : "Allah, Benedetto e Altissimo ha detto:" Ho diviso la Fatiha in due parti uguali tra Me e il Mio servo, la prima parte Mi appartiene, la seconda la sua e gli conceder quello che Mi chiede". Recitate la Fatiha - prosegu l'Inviato di Allah (pace e benedizioni su di lui). Quando il servo dice:" La lode [appartiene] ad Allah, Signore dei mondi" Allah dice: "il Mio servo Mi ha lodato !"; quando il servo dice :"il Compassionevole, il Misericordioso", Allah dice: " il Mio servo Mi esalta". Quando il servo dice: "Re del Giorno del Giudizio", Allah dice: "il Mio servo Mi rende gloria". Quando recita :" Te noi adoriamo e a Te chiediamo aiuto", Allah dice : "questo versetto tra Me e il Mio servo, gli conceder quello che chiede" . Quando conclude con: "Guidaci sulla retta via la via di coloro che hai colmato dei Tuoi doni , non di quelli che sono incorsi nella Tua ira, n degli sviati ", Allah dice: "queste parole appartengono al Mio servo e gli conceder quello che chiede". (Hadith quds , plur. "al_ahdth al_qudsiyya" lett. discorso santo. Rivelazioni che Allah (gloria a Lui l'Altissimo) ha dato al Suo Inviato (pace e benedizioni su di lui) senza ordinargli di includerle nel Corano. Questo hadith riferito dagli Imam Muslim, Tirmdh, Ab Dwud, Ibn Mja, An Nas' e Mlik).

* Tradizionalmente vengono distinte le rivelazioni fatte prima dell'Egira del Profeta (pace e benedizioni su di lui) durante la sua permanenza alla Mecca, dalle rivelazioni fatte dopo l'Egira nel periodo detto medinese. All'inizio di ogni sura daremo questa indicazione storica: "pre-Heg." o "post-Heg." seguita da un numero che indicher l'ordine cronologico accettato dai musulmani.

2- Questa formula si chiama Basmala e si trova all'inzio di tutte le sure del Corano eccetto la sura IX. Essa ha una funzione sacralizzante e, al contempo, costituisce un'invocazione ad Allah (gloria a Lui l'Altissimo) affinch accetti l'azione che segue . Tabari cita una tradizione riferita da Ibn 'Abbs (che Allah sia soddisfatto di lui) secondo la quale le prime parole che Gabriele (pace su di lui) rivolse a Muhammad (pace e benedizioni su di lui) furono : "Di: mi rifugio in Allah, l'Audiente il Sapiente, contro Satana il lapidato. Di: b-smi'Llhi 'ar-Rahmni, 'ar-Rahm".
La Basmala composta di due parti, la menzione del Nome divino "bi-smi' llhi" ( in nome di Allah) seguita da due delle qualit o attributi con i quali Allah Stesso (gloria a Lui l'Altissimo) ha voluto che Lo identificassero i Suoi servi :" ar-Rahmn, ar-Rahm" (il Compassionevole , il Misericordioso). Pronunciando la prima parte della Basmala il musulmano dice "comincio la lettura nominando Allah". Prosegue poi nominando i due aggettivi "Rahmn" e " Rahm", che derivano dallo stesso verbo che significa fare misericordia. Ci sono molti pareri a proposito della differenza tra questi due Nomi e interi saggi sono stati scritti in proposito. Come accade sempre di fronte alla Grandezza dell'Altissimo (gloria a Lui) la scienza e la conoscenza umana non sono mai esaustive. Dovendo comunque proporre una traduzione, abbiamo accettato l'opinione di chi ritiene che "ar-Rahmn " indichi la caratteristica divina di aver compassione per il creato (e abbiamo tradotto con "il Compassionevole") moto che genera la misericordia per il creato stesso (e abbiamo reso "ar-Rahm" con "il Misericordioso").

Preghiamo Allah (gloria a Lui l'Altissimo) che voglia usarci di queste Sue eccelse qualit, perdoni la nostra inadeguatezza ed accetti il nostro sforzo. Amin.

3- "La lode [appartiene] ad Allah": Disse l'Inviato di Allah (pace e benedizioni su di lui) :"Non c' niente che Allah ami pi che la lode a Lui, per questo si lodato da Se stesso dicendo "al-hamdu li-Llh". La formula di cui si serve Allah (gloria a Lui l'Altissimo) significa "tutte le lodi appartengono ad Allah", Egli l'Unico degno di essere lodato.

4- " Signore dei Mondi " . Il plurale cui si applica la Signoria divina ha dato impulso a molte interpretazioni. Secondo Ibn 'Abbas si tratta del mondo dei jinn e di quello degli uomini. Altri parlano di mondi angelici e mondi terreni, altri ancora ne traggono spunto per ipotizzare l'esistenza di altri mondi abitati al di l delle nostre attuali conoscenze.

5- Re del Giorno del Giudizio": il Giudizio finale di tutti gli uomini, successivo alla loro resurrezione, uno dei fondamenti della dottrina islamica. In quel Giorno ognuno sar retribuito per la sua vita terrena ( altra traduzione: il Giorno della Retribuzione).

6-"Te noi adoriamo e a Te chiediamo aiuto": l'adorazione spetta ad Allah (gloria a Lui l'Altissimo) e solo a Lui, e alla stessa maniera la richiesta di aiuto deve essere rivolta a Lui solo.

7-"Guidaci sulla retta via": dopo la lode, il riconoscimento della Sua Signoria sui mondi e sul Giudizio e la dichiarazione di massima sudditanza che si concretizza nell'adorazione e nella rinuncia a qualsiasi altro patrono che Allah stesso, l'uomo chiede al Suo Signore (gloria a Lui l'Altissimo) che gli conceda una guida sulla retta via, un sistema dottrinario, spirituale e legale che lo conduca attraverso questa prova terrena fino al premio dell'Altra Vita.

8- In questo ultimo versetto contenuta l'affermazione che gi prima della rivelazione del Corano la misericordia dell'Altisimo era operante tra gli uomini, producendo comportamenti fortemente illuminati dalla fede e guidati dal timor di Allah (gloria a Lui l'Altissimo). Secondo un commento di Ibn 'Abbas (che Allah sia soddisfatto di lui) " coloro che hai colmato dei Tuoi doni" sono i Sinceri (siddiqn), quelli che hanno avuto il martirio testimoniando la fede (shuhad) i Devoti (salhn).

 

IL CORANO                   HADITH

 

Torna all' ISLAMISMO