ISPICA

 

Si tratta di un sito archeologico che richiama per certi aspetti la zona di Pantalica. In effetti rimangono poche tracce del passato, ma risulta evidente una regione fatta di grotte e di asperità ove hanno avuto sede diversi insediamenti umani. 

Moltissimi sono stati gli abitatori della Cava d'Ispica, dai siculi ai greci, ai romani, ai bizantini, agli arabi, ai normanni così che le abitazioni rupestri adattate di volta in volta ai nuovi usi e alle rinnovate esigenze, che ne hanno alterato spesso in modo irreparabile le tracce storiche, ma conservando in altri casi segni visibilissimi di modi di vivere, di culti.

 

Torna alla Sicilia