CASTRA  MINERVAE

 

Secondo la tradizione, Castro sarebbe stata fondata dai Cretesi o dai Greci. Fu greca e poi romana con il probabile nome di Castra Minervae. In epoca medioevale divenne un centro fiorente nei commerci e nelle industrie, tanto da essere sede vescovile dal 1179, epoca in cui abbandonò la giurisdizione della Chiesa di Bisanzio, edificando una cattedrale dedicata all'Annunziata, attuale patrona cittadina. Sotto i Normanni divenne contea; nel '500 era rinomata come piazzaforte capace di resistere ai continui assalti dei pirati. Nel 1537 però fu

annientata dall'armata ottomana di Ariadeno Barbarossa, tanto da costringere il vescovo a trasferire la sede nel comune di Poggiardo. Decadde fino a ridursi ad un villaggio di pescatori. Dalla fine dell'Ottocento, con la scoperta delle Grotte marine, è oggetto di studi di archeologia marina e importante sito di interesse turistico-culturale di valore internazionale.

 

Torna alle Città Italiche