CONSILINUM

 

(Padula) L'abitato si affianca al colle su cui anticamente sorgeva la città romana di Consilinum:Il posto dell'attuale paese viene occupato dagli abitanti di Consilinum, quando la loro città viene distrutta dalla furia devastatrice dei Saraceni.Quindi la nascita dell'attuale abitato risale al IX-X secolo con un primo insediamento denominato attualmente Santa Maria della Civita ( da Civita Consilinum). Alla nascita di Padula non furono sicuramente estranei i monaci Basiliani, come stanno a testimoniare i  ruderi dell'Antico Monastero di San Nicola a Torone e la chiesa di san Nicola de Domnis. 

Nel 1296 Tommaso Sanseverino entra in possesso del feudo di Padula tenuto fin ad allora dalle famiglie dei Fasanella e dei Sacchetto e con ordine di Carlo II d'Angiò erige il Castello e ne fortifica il borgo. La sua attenzione fu attratta poi dal posto in cui sorgeva la Grancia di San Lorenzo dell'Abate di Montevergine. Nel 1305 ottenne, per permuta con l'Abate Guglielmo, tutti i beni della Grancia e li donò ai Certosini di San Brunone. Con l'atto stipulato il 28 gennaio 1306 incominciava a sorgere il primo nucleo della Certosa che nei secoli raggiungerà splendori meravigliosi  e sarà soprattutto tra le più importanti e grandi d'Europa, che ancora oggi in parte si possono ammirare.  

 

Torna alle Città Italiche