FAGIFULAE

 

Il sito è ubicato a mezza costa, in posizione panoramica sulla riva destra del medio corso del fiume Biferno; il territorio municipale confinava con quello di Larinum, di Terventum, di Saepinum. La persistenza di occupazione umana nel sito dell'antica Fagifulae (l'attuale Montagano), individuata in località S.Maria a Faifoli, è documentata già nelle fonti antiche; la cita Livio (XXIV, 20, 5) narrando delle vicende della seconda guerra punica nell'anno 214 a. C. dopo la sconfitta romana di Canne; la cita Plinio (Naturalis Historia, III, 12, 107) come municipio romano. Gli scavi, molto limitati, eseguiti sul sito hanno rivelato la presenza di una complessa stratigrafia archeologica che si estende dall'epoca protostorica fino all'alto medioevo. Le stesse strutture murarie presentano numerose fasi; la più evoluta è quella di epoca romana, con ambienti pavimentati in mosaico ed in opus spicatum; è presente anche un edificio absidato. Non si hanno elementi per poter avanzare ipotesi sulla conformazione urbana e sulla sua estensione (che comunque doveva essere piuttosto limitata).

 

Torna alle Città Italiche