FRUSINO

 

L'antica Frusino (Frosinone), di origine volsca nonostante sorgesse nel territorio degli Ernici. Ribellatasi a Roma nel 306 a.C., perdette per punizione un terzo del territorio, ottenne quindi la cittadinanza sine suffragio, divenendo municipio, al più tardi dopo la guerra sociale, e colonia, in età imperiale. Distrutta più volte durante le invasioni barbariche e passata alle dipendenze della Santa Sede ( XIII sec.), subì continue calamità fino al XVIII sec.: fu saccheggiata dai lanzichenecchi (1527), devastata dagli Spagnoli (1556), incendiata dai repubblicani francesi (1798). Capoluogo della Marittima e Campagna sotto l'Impero napoleonico, ebbe a soffrire il brigantaggio, in particolare durante la restaurazione del governo pontificio.

 

Torna alle Città Italiche