PORTUS SASINAE

 

In una zona abitata dall'età del bronzo nel XVIII secolo a.C. - come dimostrano i reperti della penisola di Strea e di Scala di Furno - fu fondata dai Romani col nome di Cesaria sul sito dove sorgeva il Portus Sasinae dei Japigi. Nel Medioevo fu rifugio dei monaci basiliani; in epoche successive appartenne a lungo agli Orsini Del Balzo, conosciuto come feudo di Pescaria, per la presenza del villaggio di pescatori. L'attuale centro si sviluppò nel Cinquecento presso la torre Cesarea.

 

Torna alle Città Italiche