TEGIANUM

 

Antica "Tegianum" in epoca romana che diede il nome di Diano nel Medioevo a tutta la valle alterando il primitivo nome romano in Tianum e poi ancora in Dianum. Fu distrutta nel 410 a.C. da Alarico; prese poi il nome di Dianum, da cui deriva il nome di Vallo di Diano.

Il tracciato urbanistico è tipicamente medievale e la città è perimetrata naturalmente dal ciglio del pianoro. Le strade e le piazze ricalcano fedelmente gli antichi tracciati e le chiese scandiscono i rioni con propri spazi.

Maggiore importanza ha rivestito poi in epoca normanna diventando un potentissimo feudo della famiglia Sanseverino. Nel Castello Macchiaroli ebbe luogo la famosa congiura contro Ferdinando D’Aragona.

Sulla facciata della Cattedrale si possono ammirare i resti di edicole funerarie di epoche diverse e tra queste una in lingua osca.

Tutto l’abitato è pervaso dalla storia millenaria in esso sedimentata ed è tutta raccontata dai muri e dai vicoli, dai mille reperti incastonati nelle facciate delle chiese.

 

Torna alle Città Italiche