La trasmissione su internet avviene mediante una serie di protocolli di cui il più importante è TCP/IP. TCP/IP permette la trasmissione dei dati in pacchetti, il che facilita il traffico di informazioni trasmesse. In particolare, il protocollo IP scompone i dati e li inserisce in pacchetti software di grandezza fissa che viaggeranno attraverso la rete, mentre il protocollo TCP controlla che la comunicazione di ogni singolo pacchetto sia andata a buon fine. Ogni pacchetto, dotato di un proprio indirizzo di origine e di destinazione, viaggerà nella rete per proprio conto, anche seguendo percorsi diversi; all'arrivo il messaggio sarà ricostituito ordinatamente dal protocollo TCP.


L'INDIRIZZO IP
Ogni computer è contraddistinto da un proprio IP Address (indirizzo IP), costituito da una sequenza di quattro gruppi di tre cifre comprese tra O e 255, separate dal punto, al quale per praticità è stato associato un indirizzo simbolico composto da gruppi di caratteri invece che da numeri sempre separati da punti. Il significato attribuito a questi caratteri è quello di nome del dominio e del sotto - dominio. Ad esempio, nell'indirizzo IP

192.67.64.12

i primi tre numeri identificano la rete sulla quale si trova il computer e l'ultimo numero individua il computer. L'indirizzo simbolico di tale computer è:

rmenea.enea.uniroma.it.

A differenza dell'indirizzo numerico, quello simbolico inverte l'ordine e ha lunghezza maggiore. Noi useremo l'indirizzo simbolico, che un'apposita applicazione provvederà a tradurre. Attraverso il concetto di dominio possiamo notare come la rete Internet si sia organizzata dapprima logicamente poi, con l'espandersi a livello mondiale, geograficamente. Per avere un dominio su Internet, una società deve fare richiesta all'apposito organismo;