Giovanni Rallo, detto 'o Rallo (pubblicato il 27/12/1999)

"Ooooh, ooohi, B, B, o Babb scatta sulla fascia co 'o
pallone n'cuoll... o B, o Babb c rhum intorno la fine
do' mondo!" Rallo Giovanni,(per gli amici 'o Rallo) alterna
frasi in napoletano verace con uscite in perugino "COL DONCA".
"Oh, son quarant'anni che vengo allo stadio... al Santa Giuliana
venivo e vendevo i cappelli di carta tipo caraBBiniere a 10
lire l'uno... la frase che dicevo era : CAPPELLICAPPELLICAPPELLI
CAPPELLICAPPELLOOOOO... OHI'!" e cosi'dicendo si guarda
intorno e vede che alcuni tifosi in tribuna lo osservano divertiti.
"'O Peruggia ce l'ho nel cuore... vuoi sent la formazione
come la dico io?..." e gi riattacca lo show, citando uno per
uno tutti i giocatori, i panchinari,allenatore, presidente e
signora,con un enfasi tale che lo speaker del Maracan di Rio
a confronto una litana : alcuni alle sue spalle iniziano a
ridere. "Amoruso, Amoruso, in avanti Ohi Nic , dribbla gli
avversari, difronte a Pagliuca... tira... aaaaaahhhh Amor e
che sfaccimme! Eh, Pagliuca una vecchia volpe, paperone anche
lui ma 'o mestiere lo s... figurati quello li!". Di fronte a
noi si ferma anche un venditore di bibite, Rallo lo saluta.
Passa un addetto al campo "Oh, Rallo, cocco, ma che stai a f?"
"Oh dottore!" per lui tutti hanno un titolo onorifico "...'sto
qu con questi amici miei" "Ma Rallo, conosci proprio tutti!"
"Eeeeh, ma che vu f... oh ingegnerissimo come andiamo!" fa
salutando un disperato con un osceno cappotto a pelo lungo tipo
"aiuti per la croce rossa". Rimango allibito "Oh, ma che ce li
abbiamo i BYPASS per entr in sala stampa?" mi chiede."Come?"
"Eh, s i BYPASS!" "Io personalmente di cuore 'sto bene" faccio io
"Ma che cavolo dici, io intendo quei foglietti l che i fanno
passare ovunque!" "I PASS!" "Eh!E che ti dicevo io, i BYPASS!"
lasciamo perdere... "Aspetta che ti fermo quello l, guardalo!
Quello fa s e gi per il parterre tutta la partita perch segue
le azioni passo passo coi giocatori....OHE' MACCARO', vieni acc!
Vieni quiiii!" "No,no devo segu la partita" "Oh, belloooo! Ma
perch segui sempre la partita s e gi per il campo" gli fa Rallo.
"No io per il Perugia ci soffro, no... devo seguirli... no, glie
vojo troppo bene, pi che ai miei figli, noooo non me posso
ferm... st a tribol troppo, famme and" "Oh, ma ar vai? Dove vai?" .
L'eccitazione alle stelle "Vi...baciatevi!" "Siiii baciamoci"
fa di rimando Rallo ed i due si lanciano due bacetti sulla guancia"
"Siiii famme and" "Noooo ar vai.... ti far morireeee!Rimani co'mme!"
Pazzi scatenati! L'arbitro ("Ohi' arbitroooo... ma cumm cazz se chiama
...cornutoooo!) fischia la fine. Il Perugia ha vinto. Quei due pazzi
saltano fra un gradone e l'altro della tribuna abbracciandosi e
cantando inni ultr: come al solito tutto finisce a tarallucci e vino.

Tarallucci pochi, molto vino.